Excite

Justin Bieber è stato denunciato per aggressione e danni, di nuovo!

  • Instagram Justin Bieber

Nel caso di Justin Bieber e i suoi problemi con la rabbia si può dire che “il lupo perde il pelo ma non il vizio”, la pop star è stata denunciata ancora una volta per aggressione. Ad esporre la denuncia è stato Aja Oxman, un fotografo, che ha chiamato in causa Justin e la sua guardia del corpo Dwayne Patterson per averlo picchiato e distrutto la sua fotocamera quando si trovavano alle Hawaii. Il fotografo vuole il risarcimento sia per i danni che per l'aggressione e le percosse, denunciando Bieber e la sua body guard di avergli inflitto intenzionalmente uno stress emotivo. Forse è per questo che Justin è un plurinominato all'Ice Bucket Challenge, almeno qualcuno può vendicarsi facendogli fare ripetutamente docce gelate, magari sperando che metta la testa a posto.

Scopri i 10 segnali che dimostrano che sei un Beliebers

Questa ennesima aggressione attuata da Justin Bieber è avvenuta nell'area di Shipwreck Beach sull'isola di Kauai, nelle Hawaii, nel novembre del 2013. Aja Oxman aveva fotografato Justin mentre si tuffava da una scogliera ed, evidentemente, qualcuno se n'è accorto e sono andati a fargli sentire le loro ragioni. Secondo la guardia del corpo, che ha rilasciato una dichiarazione il 19 agosto scorso alla corte di Los Angeles, Bieber gli avrebbe detto “Vai a prendere la memory card – della macchinetta di Oxman – e fai qualsiasi cosa per avere quella memoria”.

Dopo l'ordine di Justin Bieber alla sua guardia del corpo, Oxman è stato raggiunto da Patterson che lo ha afferrato per il colletto e sollevato da terra sbattendolo contro il cofano di un'auto. Patterson, a quanto pare di fronte a Justin Bieber secondo quanto affermato dal fotografo, ha continuato a percuoterlo fin quando non è intervenuto un altro fotografo che ha iniziato a riprendere la scena con il suo cellulare. A quel punto Patterson ha lasciato andare il fotografo e, come si legge nella denuncia, ha detto “Pensi che sia così stupido da farmi riprendere da una delle vostre piccole telecamere del telefonino?” e, detto ciò, Patterson e Bieber hanno distrutto la fotocamera sottraendo la memoria incriminata.

Attualmente non ci sono state dichiarazioni né da Justin Bieber né dai suoi avvocati, che hanno tanto da fare e speravano di essersela cavata col patteggiamento sul processo per corse clandestine e guida in stato di ebbrezza per cui Justin si è dichiarato colpevole per scampare alla prigione. Del resto non è la prima volta che Bieber e la sua guardia del corpo Dwayne Patterson sono coinvolti in casi simili, tempo fa un'altro fotografo, Michael Munoz, aveva sporto denuncia contro Patterson per essere stato seguito fin dentro la metropolitana dopo aver fotografato Justin in un nighclub di Miami Beach. Il fotografo era stato picchiato e avevano tentato, anche nel suo caso, di sottrargli la memory card della macchinetta fotografica.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017