Justin Bieber: fischiato a Londra durante il concerto, chiede scusa ai fan

  • Getty Images

Chiederanno il rimborso del biglietto, costato tra i le 60 e le 80 Sterline, le centinaia di genitori inferociti che ieri sera hanno portato i loro figli ad assistere al concerto di Justin Bieber alla 02 Arena di Londra. Concerto che avrebbe dovuto avere inizio alle 20.30 ma che, per un incredibile quanto eccessivo, e oggettivamente ingiustificabile ritardo del cantante è iniziato solo dopo 2 ore di estenuante ritardo.

La star americana 19enne comincia così, nel peggior dei modi, la tappa inglese del suo "Believe Tour". Ieri sera infatti, subito dopo Jaden Smith e Carly Rae Jepsen, sarebbe stato il turno dell'idolo dei teenagers di tutto il mondo, ma Justin è comparso sul palco soltanto alle 22.35 suonate, lasciando il pubblico in un'interminabile e sfiancante attesa. Così, appena Bieber ha fatto la sua apparizione sulla scena, è stato sommerso di fischi, soprattutto da parte dei genitori degli spettatori più giovani, che sono stati così costretti a fare le ore piccole alla vigilia di un normale giorno di scuola, mentre i più piccoli hanno addirittura dovuto lasciare l'Arena, in lacrime, prima che iniziasse l'esibizione del loro beniamino. Ma se i fan sono comunque disposti a perdonargli tutto, i loro genitori proprio no.

A creare gran malcontento, oltre al ritardo in sé, è il fatto che l’ultimo treno della metropolitana è a mezzanotte e le persone che erano venute coi mezzi pubblici hanno dovuto lasciare lo show in anticipo. La O2 Arena ha poi commentato su Twitter: “Justin Bieber ora è sul palco e si scusa per il ritardo nello show. Ci dispiace per tutti i fan di Justin per il ritardo del concerto di stasera. La metro sarà ancora aperta quando il concerto finisce”.

Un comportamento davvero riprovevole quello di Justin degno di una star capricciosa e poco attenta alle esigenze dei suoi fan. Meno di un’ora fa Justin Bieber ha finalmente deciso di scusarsi con i presenti allo show di Londra per il poco piacevole comportamento promettendo che, per le future tappe, non ci saranno più ritardi. E noi ce lo auguriamo!

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Attualità - Excite Network Copyright ©1995 - 2014