Excite

Justin Bieber: il video dell'arresto e della perquisizione nella prigione di Miami Beach

  • Getty Images

È stato messo online il video dell'entrata nella pigione di Miami di Justin Bieber, le telecamere a circuito chiuso del luogo di detenzione hanno ripreso la perquisizione da parte degli agenti del cantante prima di essere sbattuto in cella. Lo scorso mese, Justin Bieber è stato arrestato per guida in stato di ebrezza e corse clandestine. Al momento dell'arresto Bieber aveva opposto resistenza agli agenti, insultandoli numerose volte, inoltre era stato accertato che stava guidando con una patente scaduta.

Scopri le 15 prove che Justin Bieber non è più un bravo ragazzo

Quello che si vede nel video è un Bieber sicuro di sé, abbigliato con una felpa, pantaloni a vita bassa, canottiera e scarpe da ginnastica arancione fosforescente. Il cantante si era dichiarato innocente rispetto a tutte le accuse che erano state mosse nei suoi confronti. Nel video Bieber sembra quasi a suo agio e avvezzo alla procedura di incarcerazione. Consegna gli effetti personali agli agenti, si spoglia e si lascia perquisire, per poi iniziare a passeggiare per la stanza, prima di essere ripreso dal servizio di sicurezza e intimato di tornare al bancone dove sarebbe dovuto rimanere fermo, in attesa dell'incarcerazione.

L'avvocato di Bieber aveva cercato di prevenire la diffusione ai media delle immagini del cantante presso la stazione di polizia di Miami Beach. Il legale aveva affermato che il video mostrava parti intime del corpo della star e non doveva essere pubblicato. In realtà quello che si vede è un Bieber che tenta di tenere le mutande al suo posto, cercando di mantenere il pantalone agganciato alle sue anche, del resto è abbastanza avvezzo a mostrare il suo lato B sia scoperto che coperto. Il video è stato raccolto dai media che lo hanno prontamente diffuso.

Bieber è stato trovato positivo alla marijuana e allo Xanax nelle analisi della polizia, subito dopo l'arresto. Nel frattempo il cantante si era dato da fare. Recentemente ha patteggiato con la sua ex guardia del corpo che lo aveva accusato di aggressione, si è presentato a Toronto per rispondere ad un'altra accusa di aggressione avanzata da un autista di limousine e, infine, era stato bloccato dalla polizia di dogana al suo rientro negli Stati Uniti per sospetto uso di marijuana sul suo jet privato, dove avrebbe anche molestato il personale di bordo con il supporto di suo padre Jeremy. La Casa Bianca deve ancora rispondere rispetto alla passata petizione per l'espulsione di Bieber dagli Stati Uniti. Inoltre, Selena Gomez, la sua ex fidanzata, lo aveva usato come capro espiatorio per le sue cattive abitudini rispetto all'abuso di alcol e marijuana, che l'hanno portata al ricovero alla clinica The Meadows, dalla quale però la cantante è uscita prima del tempo. Rispetto a queste accuse Bieber ha fatto sapere, attraverso i suoi amici, che Selena è sempre stata l'ubriacona delle loro feste e che, di certo, non può scaricare su di lui la colpa per essere una cattiva ragazza.

Guarda il video dell'incarcerazione di Justin Bieber a Miami Beach

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017