Excite

Kap Bambino, l'electropunk della follia

Il duo electropunk Kap Bambino, dopo la performance all'Electrovenice festival di luglio, si prepara di nuovo ad assaltare l'Italia. Caroline Martial e Orion Bouvier, due autentici terroristi della musica, vengono da Bordeaux, Francia, e si incontrano per caso nel 2001, ritrovandosi con tantissimi progetti comuni. Nel 2002 esce il loro primo singolo per la label indipendente Wwiko, seguito dal primo disco, Love. Giovedì prossimo i due saranno in concerto ai Magazzini Generali di Milano.

Le sonorità che affrontano sono graffianti e violente, vicine a un punk senza chitarre, prodotto di soli sintetizzatori e campionatori, mentre la voce di Caroline Martial è uno shockante grido di morte che paralizza e ferisce, esplorando le distorsioni più acute. Ascoltare i Kap Bambino, insomma, equivale ad ascoltare un esercito di androidi che cantando marciano insieme verso la fine del mondo, distruggendo il suolo su cui transitano.

Eppure la loro energia devastante ha conquistato dancefloor di tutto il globo: dal Giappone alla Russia, dagli Stati Uniti all'Europa, i Kap Bambino sono ovunque acclamati come il Flagello di Dio dal popolo barbaro.

Blacklist, il loro ultimo album, uscito su etichetta Because/Warner Music, è composto da dodici brani con melodie folli, squilibrate e ritmi propulsivi. La voce di Caroline è stata spostata in primo piano e mai come prima risulta chiara, incisiva e coraggiosa. Dead Lazers, il secondo singolo tratto dall'album, è stato tra i più programmati negli show settimanali alternativi della Bbc Radio e il video uno dei più visti su YouTube nella prima metà del 2009.

Kap Bambino - Save

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017