Excite

Keith Haring per le notti di Roma!

Era convinto che l’arte potesse migliorare la vita degli uomini, Keith Haring. Chissà se sapeva che di quell’arte avrebbe fatto parte anche lui. A vent'anni dalla sua scomparsa, la Capitale gli dedica due omaggi. Sabato 11 settembre alla galleria espositiva ExRomaClub a Rione Monti venti artisti italiani reinterpreteranno altrettante opere dello statunitense e domenica 12 settembre al Circolo degli Artisti, Stick My Pop farà lo stesso attraverso una raccolta di tributi realizzati da street artisti di tutto il mondo.
Il locale di via Casilina Vecchia si trasformerà per una sera nel mitico Club57 di New York con con l'open party di 20keiTH e quarto appuntamento di Stick My World, che per l’occasione si aumenta la sua naturale forza. Alla tradizionale scorpacciata di sticker provenienti da tutto il mondo (International Sticker Show), si aggiungono infatti una esposizione di street art dal gusto pop (Street & Pop Expo) e una inedita raccolta di tributi all’opera di Keith Haring realizzati da street artist di tutto il mondo (Tribute to Keith Haring).

La notizia in pillole su byNght: tutte le info!

Ma riscendiamo nel dettaglio: 20keiTH è una collettiva nata da un'idea dello street artist romano Omino71, che ha selezionato 20 capolavori rappresentativi dell'immensa attività creativa di Haring e li ha affidati a 20 artisti italiani, invitati a realizzare altrettante opere celebrative. La verità dunque è che non ci si troverà davanti a copie o cover, ma a vere e propri inediti. All'opera ci saranno Marco Petrella, 999, Hogre, Sone, NoBrain, Alicè, AndyPopShop, Etnik, Halo Halo, Omino71, Roberto Goodman, Tommy The Pariah, Ufocinque, Vacon, Geometric Bang, Mr.Klevra, Br1, #, Urka, Jessica Stewart. L'esposizione prevede anche un catalogo pubblicato a tiratura limitata (500 copie), con testi di Omino71, fotografie di Jessica Stewart, riproduzioni fotografiche delle opere di Keith Haring su licenza della Keith Haring Foundation e della Herb Ritts Foundatio. La parte sfiziosa riguarda il vernissage di sabato alle 19: gli artisti lasceranno il loro segno sul pubblico in una originalissima performance collettiva di body painting. E poi, oltre alla proiezione di foto a cura di RomePhotoBlog, esposizione di memorabilia, videoproiezioni, selezioni musicali dal vivo, si mangia: degustazione di vini a cura di Social Wine e RomaStreetFood.

Più Keith per tutti

Ma passiamo alla parte che riguarda il buono caro e vecchio Circolo. Stick My World quest’anno prevede tre eventi espositivi che si svolgeranno in contemporanea nelle sale e nel giardino del Circolo degli Artisti nell'ambito della rassegna WI-fi Art (che byNight conosce bene). Anche questa a a cura di Omino71, Mr.Klevra e NoBrain, sta già pensando a quale sarà il prossimo oggetto che verrà ricoperto dal vivo e trasformato in un’opera d’arte unica grazie ai migliaia di adesivi raccolti in ogni angolo del pianeta. Come detto sopra, l'evento sarà gemellato con 20keiTH e in continuità con l’evento fiorentino Stick On Haring dello scorso 26 giugno, Stick my Pop celebra l’artista americano, fratello maggiore della street art, con una raccolta di tributi realizzati da street artist di tutto il mondo. Con addosso il marchio di via Casilina Vecchia ovviamente non potevano mancare le selezioni musicali dal vivo (dj set), l’aperitivo domenicale del Circolo (drink & food), video installazioni, proiezione di foto, mercatino pop, distribuzione di sticker, e compagnia cantante (questa non in senso letterale).

Se non vi bastasse il divertimento siete pregati di pensare alla buona causa: in linea con lo spirito della Keith Haring Foundation (fondata da Keith Haring a favore dei bambini malati di Aids) entrambi i progetti mirano alla raccolta fondi per l'Aisea, Associazione Italiana per la Sindrome di Emiplegia Alternante (www.aisea.org), malattia neurologica infantile molto rara le cui cause sono ancora del tutto sconosciute e non esiste al momento una cura risolutiva.

E dopo tutto questo papiro 2.0, crediate sia finita? No! A due anni dalla scomparsa dello scrittore americano David Foster Wallace, Minimum Fax riunisce insieme i traduttori dei suoi libri per un reading di omaggio all'autore. Francesco Piccolo, Edoardo Nesi, Martina Testa, Christian Raimo, Vincenzo Ostuni, si alterneranno sul palco del Circolo degli Artisti di Roma alle 21.00 di domenica 12 settembre, data dell'anniversario, per leggere delle pagine tratte dalle opere di Wallace.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017