Excite

Kill Your Toys @ Roma!

Avvertenze: si tengano lontani da questa pagina coloro che soffrono di passione smodata per Winnie The Pooh. Le immagini contenute in questo post potrebbero urtare la sensibilità dei lettori. Detto questo, chiariamo subito: Winnie The pooh sarà solo il primo protagonista della serie "Kill your toys", un contest 2.0 di arti grafiche che avrà come soggetti i personaggi-icona del mondo dei giocattoli, che volta volta saranno dissacrati e vittime delle loro stesse caratteristiche.

Così si troverà, nello specifico, Winne The Pooh strozzato dal suo adorato miele, o il suo barattolo schiacciato a terra. Poi sgozzato, ingrassato, impiccato (e pure sputato, nella vignetta “Are you Winnie the…” “Pooh!”). Benché macabra per i fan del tenero orsacchiotto, l’originale idea non poteva che appartenere al Lanificio 159 di via di Pietralata. I Killers, ovvero gli artisti che parteciperanno alla gara, saranno anche accompagnati da un’adeguata selezione musicale. D’altronde, non si è mai visto un film dell’orrore senza colonna sonora. I generi saranno dei più svariati, anche se a ogni dj set che si rispetti fanno riferimento nella maggior parte dei casi la techno e l’elettronica.

La notizia in pillole su Bynight!

Anche loro parteciperanno attivamente alla distruzione (immaginaria o meno) dei giocattoli. I nomi sono famosi almeno quanto quelli dei personaggi da far fuori a suon di arte digitale: Francesco Zappalà, Diletti, Zoiberg. Il primo (Tractorecords) è nella storia dell'elettronica italiana, considerato un ricercatore dell'evoluzione musicale, capace di masticare vinili tanto quanto le nuove tecnologie.

Diletti (Raindog) invece si avvicina al mondo delle discoteche all' inizio degli anni 90 e benchè influenzato dalle sonorità techno, è sempre stato aperto alle contaminazioni da groove funky e spesso acid. Il terzo dj set è a cura di un altro della Raindog, Zoiberg. Giovanissimo (classe 1986) inizia come allievo di Paolo Zerla e poi prosegue la sua strada verso il minimal e l’electro. Considerato un talento del made in Italy, si è già fatto notare in molti locali della Capitale.

Omicidi e giocattoli finiti. Una cosa è certa: non è stato il maggiordomo.

Foto: opera di Enrica Beccalli, da sito ufficiale del Contest

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017