Excite

La Toya: "Mio fratello ucciso per i soldi"

I misteri continuano sulla morte di Michael Jackson: dal 25 giugno giorno della sua scoparsa, sono state diverse le ipotesi. Ora però. la quinta sorella di Michael, La Toya, dichiara a due riviste domenicali inglesi: The Mail on Sunday e News of the World che l'entourage di MJ era pieno di "sciacalli" che lo sfinivano di lavoro, e lo isolavano dalla famiglia e dagli amici per renderlo più vulnerabile e fragile. «Credo», ha detto l'autrice di «Bad girl», «che sia tutto per il denaro, Michael valeva più di un miliardo di dollari, tenendo conto dei diritti sulle canzoni e l'immagine e qualcuno lo ha ucciso per questo». «Valeva più da morto che da vivo», ha insistito La Toya.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017