Excite

Linus: 'Internet mi fa orrore'

Il rapporto di Linus col suo blog è andato via via complicandosi nel corso degli anni (ricordate la querelle-D'Alessio?). L'ultima patata bollente è esplosa in occasione delle modifiche apportate al palinsesto dal dj, che oltre a condurre Deejay chiama Italia – occorre ricordarlo – soprattutto dirige l'emittente sotto il profilo artistico.

Ebbene, oltre a un agosto inascoltabile, al boss vengono rimproverati fondamentalmente l'allontanamento di due voci storiche della radio come Alessio Bertallot (che finirà a Radiodue con Raitunes) e Irene La Medica. Oltre a questo, c'è da aggiungere lo spostamento di Platinissima show.

Ora, qual è il punto. Linus ha tentato di spiegare le sue ragioni, piuttosto a cuore aperto, come è solito fare sul suo 'old style' blog. Non l'avesse mai fatto: s'è scatenata un'orda di commenti relativa a queste scelte, alcuni dei quali molto molto duri, che evidentemente devono averlo colpito. E affondato.

'Non so quali siano i motivi che ti hanno portato a prendere queste decisioni, ma da ascoltatore di radio deejay da quasi 20 anni, mi permetto di dissentire. vanno via due tra i migliori, e quelli nuovi non mi sembrano proprio all’altezza. la qualità sta scadendo. la programmazione di agosto è stata un disastro', scrive un ascoltatore. 'Ciao Linus... io vi ascolto praticamente da 15 anni circa... la mancanza di Alessio inciderà molto sul mio ascolto di Deejay, ormai non sono rimasti programmi in cui ascoltare musica... forse sarà questa la strada, ma ovviamente non mi trova d'accordo', gli fa eco un altro.

Nulla di pesantissimo, a ben vedere. Tanto è bastato, però per mandare il vecchio dj su tutte le furie, in particolare per il rapporto malato che a suo avviso s'instaurerebbe fra le persone a causa della rete: 'Quello di ieri era uno degli ultimi post vecchia maniera. Da quasi cinque anni ormai il meccanismo è questo, io scrivo una cosa, a volte anche esponendomi in maniera fin troppo sincera, qualcuno di voi la commenta, la maggior parte (due o tremila ogni giorno) semplicemente la legge. E’ stata una bella esperienza, molto faticosa. [...] Ma adesso mi sono stancato, il blog deve essere per me un momento di serenità e non l’occasione per innescare discussioni antipatiche. Nessun direttore di giornale, radio o televisione si degna di spiegare nessuna delle sue scelte, anche perché quello che c’è veramente dietro di esse quasi sempre non si può dire. [...] Sono stato sempre educato e rispettoso nello spiegare quello che potevo spiegare, adesso mi sono francamente rotto le palle. Da lunedì si cambia. Mi fa orrore il mondo di Internet e questo meccanismo perverso per cui chiunque dal buio della propria cameretta può sputare sentenze'.

La storia s'è poi protratta con una serie di ulteriori botta e risposta fra commentatori e tenutario del blog, che ha infine recuperato il suo intimismo e rivelato ai fan: 'Racconto tutti i fatti miei ma quelli che contano veramente non li posso raccontare a nessuno. Faccio promesse che mantengo sempre e sparo minacce di cui mi dimentico all'istante. Passo le domeniche mattina correndo per le strade della bassa bergamasca in compagnia di un migliaio di disperati come me e il pomeriggio ascoltando tutto il disco di Fabri Fibra. Se ogni tanto vi sembra ci sia un po' di confusione in questa misera testolina, beh, avete appena sfiorato la superficie'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017