Excite

Barbarossa: 'Sanremo, un errore il no a Bella ciao'

Il no a Bella Ciao è 'un errore storico' e 'le canzoni non dovrebbero gareggiare con le eliminazioni come in un torneo sportivo' ma questo Sanremo promette bene grazie all'effetto Morandi. Parola di Luca Barbarossa, che torna sulle polemiche per la serata dedicata all'Unità nazionale e si dice però convinto che da conduttore-cantante Morandi 'non farà schiacciare la musica dall'imponente macchina televisiva'. Il cantante romano torna quest'anno alla kermesse ligure nel trentennale del suo esordio sul palco dell'Ariston, avvenuto nel 1981 con Roma Spogliata.

Guarda le foto della presentazione di Sanremo 2011

'Torno sul luogo del delitto - dice in un'intervista all'Adnkronos - trent'anni dopo il debutto. Mi emoziona molto e mi fa pure un po' impressione. Non mi ero accorto che erano passati trent'anni, però sono passati felicemente. Perché il canale di comunicazione tra me e il mio pubblico non si è mai interrotto'.

Questa volta, però, Barbarossa – che negli ultimi anni è stato molto attivo in alcuni programmi radiofonici Rai e in uno spettacolo con Neri Marcorè – salirà sul palco dell'Ariston affiancato da Raquel Del Rosario, promettente cantante spagnola (frontwoman della band El Sueño de Morfeo), nota in Italia soprattutto come moglie di Fernando Alonso: 'Raquel - dice Barbarossa - è un'artista spagnola bravissima, è molto giovane, ha 28 anni ma ha già all'attivo tre album col suo gruppo che hanno raggiunto sempre la vetta delle classifiche in Spagna. Lei ha una voce molto particolare, arriva veramente. Ed è molto brava anche in italiano'.

A farli incontrare è stato ovviamente il pilota della Rossa: 'Ci siamo conosciuti ad una delle partite del cuore della nazionale cantanti perché suo marito ha partecipato spesso alle nostre iniziative'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020