Excite

L'ultima lettera di Mogol letta da Battisti in ospedale

Emergono nuovi particolari sugli ultimi giorni di vita di Lucio Battisti. Poco, infatti, è trapelato di quei momenti. La famiglia del cantante aveva creato un vero e proprio scudo protettivo per difenderlo da curiosi, giornalisti e fans. A presiedere giorno e notte la stanza numero 9 del reparto di Medicina generale del San Paolo di Milano c'era una guardia del servizio di vigilanza e un paravento era stato posizionato all'ingresso del corridoio.

Lo stesso Giulio Rapetti, in arte Mogol, che secondo quanto riportato nel libro-intervista di Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro "Il mio amico Lucio Battisti", aveva consegnato un biglietto per Battisti a un dottore, che conosceva un'infermiera che lavorava nell'ospedale, non aveva mai saputo se l'avesse ricevuto.

Ma la missiva sulla quale era scritto "Caro Lucio, spero che la stampa esageri, comunque questo è il mio numero, se hai bisogno io ci sono" è giunta a destinazione. A renderlo noto adesso, dopo dieci lunghi anni, è il dottor Antonio Del Santo. "Fui io a farla avere a Battisti quando ancora era pienamente cosciente" ha detto Del Santo.

E ricordando quei momenti il medico ha raccontato: "Impiegò qualche minuto per arrivare al fondo, poi ripiegò la lettera, la infilò nella sua busta e la posò sul comodino, con un'ombra di commozione". Del Santo ha spiegato che il cantante non fece nessun commento. "Ma perché stupirsi? - ha sottolineato il medico - In quelle tre settimane ho imparato che quello era il suo modo di essere. Lucio Battisti era un uomo gradevole ma estremamente riservato".

Del Santo ha spiegato di aver preso la decisione di raccontare quest'episodio per far conoscere a Mogol la verità. "In tutti questi anni e anche allora - ha detto Del Santo - non ho mai parlato della degenza di Lucio Battisti, né rilasciato dichiarazioni sul paziente più illustre che io abbia avuto. Sono cresciuto con le sue canzoni, come tutti. E come è comprensibile ho seguito il decorso della malattia con una partecipazione particolare. Se ora le racconto queste cose è per sollevare Mogol da quel dubbio che ancora lo assilla".

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017