Excite

Maroni e Croppi: il concerto di Springsteen si farà

Come sempre accade in Italia in pasticci come questi, anche il concerto di Bruce Springsteen – indaffarato nel frattempo in ben più spinose faccende amatorie – s'avvia a diventare il caso dei prossimi giorni. Con ministri, assessori, organizzatori e impresari a intasare di dichiarazioni le agenzie di stampa.

Guarda le foto di Bruce Springsteen

Ieri è stata la volta del ministro dell'Interno Roberto Maroni, a quanto pare fan sfegatato del Boss, che ha chiamato il prefetto di Roma e ha fissato una riunione per la settimana prossima al Viminale per discutere la questione.

La posizione di Maroni è una sola: il concerto si farà. "Le canzoni di Bruce Springsteen sono state le prime che suonavo da giovane con la mia band. Ho visto il suo primo concerto a Milano, credo fosse l'82, la sua canzone The river è in assoluto una delle mie preferite. E conservo ancora i vinili. Quando ho letto la notizia sul giornale, che il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza poneva il problema della concomitanza del concerto con i Mondiali di nuoto, sono rimasto molto colpito. Non ero stato informato e ho deciso di chiamare il prefetto Pecoraro".

Dopo il responsabile dell'Interno, anche l'assessore capitolino alla Cultura Umberto Croppi s'è mosso per valutare location alternative: "Il concerto si farà, mi impegno personalmente a trovare una soluzione che sia all'Olimpico, come spero, o in un altro luogo, magari all'ippodromo di Capannelle o allo stadio Flaminio".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017