Excite

Mercury Prize: la lista dei candidati

  • infophoto

E' stato diffuso ieri l'elenco dei candidati al prestigioso Mercury Prize, il più ambito dei riconoscimenti musicali britannici. Il premio, sponsorizzato da Barclaycard, è assegnato ogni anno dalla stampa specializzata al miglior album pubblicato in Regno unito e Irlanda. I richiami ai precedenti storici sono autorevoli: Arctic Monkeys, Pulp, Pj Harvey, Primal Scream, Amy Winehouse e Badly Drawn Boy sono solo alcuni tra i nomi che in passato hanno trionfato all'evento passando per una relazione più organica tra il lavoro dell'artista e l'apprezzamento del pubblico.

Mercury Prize: le foto della settima edizione

A partire, appunto, da un concetto di critica legato tanto alla performance audio quanto ai concerti, il Mercury Prize sancisce, oramai da dieci edizioni, l'originalità creativa e l'innovazione sperimentale, l'indipendente di qualità più che la grande popolarità commerciale. Informazioni centellinate, nessun desiderio di apparire, un distacco voluto dalla ribalta e dai riflettori, scelto e perseguito con dedizione in quella storia prettamente inglese, esagerando londinese, che ha trovato il senso intimo del suono. Band con un nome ma senza tracklist in classifica, a spingere suoni che delimitano territori nuovi, che cercano, esplorano, desiderano.

La lista delle nomination al "2012 Barclaycard Mercury Prize Albums of the Year", annunciata all'Hospital Club di Covent Garden, Londra, vede quest'anno Plan B e Richard Hawley tra i favoriti. In corsa anche Maccabees, Michael Kiwanuka e Field Music. Tra i seri candidati alla vittoria anche la band inglese Alt-J, fattasi notare nel 2012 con l'ottimo esordio di "An Awesome Wave". Synth-pop corposo, tra generi e tonalità differenti, in parte derivate da Radiohead e Wild Beasts, la giovane band di Leeds ha serie possibilità di aggiudicarsi il premio della critica come miglior album dell'anno, oltre che le 20000 sterline messe in palio per il vincitore. Se a livello sonoro potrebbero anche non essere il top dell'innovazione, a livello culturale sono, però, uno scrigno di gioielli che è possibile, tra l'altro, vedere live in Italia con due date in autunno: il 28 novembre al "Bronson" di Modena e il 29 al "Circolo degli Artisti" di Roma.

Ecco l'elenco completo delle nomination:

Jessie Ware, "Devotion"
Django Django, "Django Django"
The Maccabees, "Given To The Wild"
Roller Trio, "Roller Trio"
Richard Hawley, "Standing At The Sky’s Edge"
Field Music, "Plumb"
Michael Kiwanuka, "Home Again"
Ben Howard, "Every Kingdom"
Plan B, "I'll Manors"
Alt-J, "An Awesome Wave"
Lianne La Havas, "Is Your Love Big Enough"
Sam Lee, "Ground Of Its Own"

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018