Excite

Mina: "12 - American song book", il nuovo album

  • Minamazzini.com

Esce oggi il nuovo album della celebre e indimenticabile cantante Mina. Si intitola “12 (american song book)” , dodici tracce che spaziano fra gli anni Trenta e gli anni Settanta, da Presley a Porter, da Kurt Weill a James Taylor, accompagnata dal trio jazz composto da Danilo Rea, Massimo Moriconi e Alfredo Golino.

Mina: gli scatti più belli della Signora Mazzini

"Stavolta mi sono proprio abbandonata completamente", ha dichiarato al proposito la cantante all'agenzia ANSA: "Ho liberato la mente, l'anima, il cuore e la passione ignorando l'armatura stretta che ti obbliga a dover usare i tuoi strumenti naturali in modo commerciale".

"Non avevo dischi italiani - continua la signora Mazzini - se si esclude 'Non illuderti' di Marino Barreto, che poi era cubano. Solo Americani. E fino alla rivoluzione Elvis, che ha 'sparecchiato', esclusivamente Frank Sinatra, Ella Fitzgerald, Sarah Vaughn, Nat King Cole e anche i minori di quel periodo. Niente di francese. Niente di inglese. Niente di niente. Un pochino di flamenco che gli amici non sopportavano e che mi ha preso da subito e ancora adesso non so attraverso quale strada. Forse per ricordarmi che sono mediterranea, tutto sommato".

"La memoria è un motore potente". La cantante racconta di come i pezzi scelti e reinterpretati all’interno dell’album hanno segnato in qualche modo la sua vita: "Sono sempre rimasti nel sangue, perfettamente intatti. Non sono mai impalliditi, non mi hanno mai lasciato. E non ho mai cambiato opinione sul loro everlasting incanto. E non sono per niente evocativi. E' strano - osserva - , ma non li collego ad alcuna sensazione bella o brutta che sia. Me li godo e basta. Ogni tanto, ogni mai, mi permetto di avvicinarli".

Canzoni come "September Song" di Kurt Weill, "I've Got You Under My Skin" di Cole Porter, "Love Me Tender" di Presley, "Over The Rainbow" e "Just A Gigolo". Cantando questi classici "con circospezione, con cautela. Non dimenticando che sono stati nella gola dei più grandi maestri del passato dai quali ho imparato tutto". E conclude: "Detesto quelli che, intervistati alla fine di un lavoro dicono 'Ah, come mi sono divertito'. Questa volta anch'io devo dirlo. Mi sono proprio divertita. Eh, sì".

Nella tracklist figurano alcuni tra i più grandi classici del repertorio americano, come ad esempio “Fire and rain” di James Taylor, e ancora “Banana split for my baby” di Louis Prima.

Ecco, la tracklist completa dell’album:

1. September song (Weill / Anderson)
2. Banana split for my baby (Prima/Irwin)
3. Everything happens to me (Dennis/Adair)
4. Fire and rain (Taylor)
5. Have yourself a merry little Christmas (Blane/Martin)
6. I’ll be seeing you (Fain / Kahal)
7. I’m glad there is you" (Dorsey/Madeira)
8. I’ve got you under my skin (Porter)
9. Just a gigolo (Casucci/Caesar)
10.Love me tender (Presley/Matson)
11.Over the rainbow (Arlen/Harburg)
12.Anytime, anywhere (Carpenter/Adelson)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019