Excite

Modà: l'ex membro Paolo Bovi confessa "sono malato di pedofilia", la lettera ai genitori

  • Facebook Paolo Bovi

In una lettera inviata ai genitori prima del tentato suicidio parla Paolo Bovi, l'ex membro e fonico dei Modà, “sono ammalato di pedofilia. La terribile confessione su carta è stata resa parte integrante della causa per la quale Bovi è stato condannato il 10 ottobre scorso per violenza sessuale su minori ed evasione. A marzo Paolo Bovi ha tentato di uccidersi mentre era agli arresti domiciliari, ora l'uomo deve scontare cinque anni e mezzo di reclusione e pagare per la condanna di molestie su quattro giovani dai 14 ai 16 anni.

Paolo Bovi dei Modà: violenza su minori

Nella lettera di Paolo Bovi di legge “Sono malato da tantissimo tempo, per quello che riesco a ricordare già dalle scuole medie credo. Sono sempre stato un bambino sensibile, dolce e sincero e ho sempre creduto che ogni cosa che dicevano papà e mamma fosse la verità. Per me quello che mi dicevano i miei genitori era la cosa più importante. Sono sempre stato buono e volevo conoscere il mondo come tutti. Purtroppo e ve lo dico con certezza, sono ammalato di pedofilia. L'ho capito quando alle superiori ho sentito per la prima volta quella parola e l'ho cercata sul vocabolario. Una sola riga che descriveva esattamente le mie sensazioni”.

Una confessione terribile quella di Paolo Bovi che ha lavorato con i Modà sin dagli inizi. Questa lettera sarà un colpo duro anche per la band che ha avuto Bovi con sé sin dall'inizio. Paolo Bovi è infatti un amico d'infanzia di Kekko Silvestre che si era aggiunto alla band quando venne fondata agli inizi del 2000. Paolo Bovi rimase come tastierista dei Modà fino al 2015, anno dal quale diventò a tutti gli effetti il loro fonico.

L'auto accusa di Paolo Bovi di pedofilia indica che l'uomo aveva realizzato da tempo la sua condizione, forse anche per questo aveva deciso di uccidersi. Paolo Bovi il 13 marzo scorso si era infatti liberato del braccialetto elettronico per la sorveglianza agli arresti domiciliari e aveva tentato di uccidersi nella sua auto. I Carabinieri lo hanno trovato in tempo quando aveva già collegato un pezzo di gomma al tubo di scappamento della sua Smart, dopo essere stato ricoverato Bovi venne portato nel carcere di San Vittore a Milano.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017