Excite

Morgan: "Rifarei tutto, forse meglio"

'Rifarei tutto, forse lo rifarei meglio, sono un uomo libero, finché non mi mettono in galera'. Così Morgan nell'intervista che ha rilasciato a Il Fatto del giorno su Raidue. 'Vediamo se qualcuno mi mette in galera per ragioni ideologiche'. Il cantante ha poi espresso parole anche per l'Italia. 'Un bel paese - ha detto - è il paese di Pasolini, Leonardo, Dante, di Bruno Munari, Sergio Endrigo, Luigi Tenco, Fabrizio De André, di opere ed artisti speciali. Io sto facendo qualcosa nel mio piccolo ambito ristretto'.

Guarda le foto di Morgan

Poi è tornato sull'ultimo Sanremo: 'Questo Sanremo è stato di qualità davvero bassa, vedendolo mi riaddormentavo, come si fa con un brutto film. La prima serata l'ho vista per pura informazione'.

L'artista ha poi affermato che l'Italia 'non è un paese ipocrita, ma è un paese che ha paura. Secondo me c'è una sacco di brava gente, di buon senso e di bella musica, cosa che a guardare un Sanremo verrebbe da dire che non esistono. Tutti contestano l'uso farmacologico, poi se gli frughiamo nelle tasche hanno il Tavor e sono pieni di vino. Mi fa veramente schifo una persona con l'alito che puzza di alcool'.

'In un festival di regime non potevo esserci, ero troppo pesante. Ci tenevo ad andare per la questione musicale', ha aggiunto il cantante. Che ha spiegato di salvare, tra gli artisti in gara alla manifestazione 'Enrico Ruggeri, Irene Grandi, Malika Ayane e Marco perché il pezzo l'ho scritto io... potevano anche avvertirmi comunque'.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017