Excite

Mp3 o cd? La sfida dei supporti

Tutte ste macchinette per ascoltare gli mp3 sono, quasi senza dubbio, le prime avvisaglie del futuro della fruizione di musica, i prototipi dei nostri prossimi impianti Hi-Fi. Con molta probabilità i supporti classici come LP o CD (e i loro rispettivi lettori) continueranno ad esistere come oggetti da collezione destinati a un pubblico sempre più ristretto. La maggior parte del consumo di musica verrà affidata al download digitale in seguito al quale chiunque potrà godere della sua musica preferita attraverso computer sempre più vicini all'impianto Hi-Fi e agli ormai diffusissimi lettori portatili. Qualcuno sostiene che sia GIA' così... In realtà i dati parlano chiaro e il download digitale, pur essendo in grande espansione, è visto come un ripiego dai molti affezionati che ancora gli preferiscono il CD.

I cosiddetti downloader, per assurdo che possa sembrare a chi legge queste pagine, sono ancora l'elite.
Se siete tra questi, probabilmente conoscete già allofmp3, mp3sale o mp3search. Se così non fosse sappiate che si tratta di siti russi dai quali è possibile scaricare musica legalmente ma a prezzi decisamente bassi (siamo sull'ordine di 1,5 per album contro i circa 10 di iTunes e di altri canali più famosi). La cosa interessante è che su questi siti il prezzo non è canonico come per i canali più noti che vendono ogni  traccia a 0.99 (qualsiasi siano le sue caratteristiche), bensì variabile a seconda di criteri come l'anzianità o anche la durata di una canzone. Vale a dire che un pezzo del 1969 costa molto meno di uno di eguale durata del 2004. La questione della durata, soprattutto, la trovo giustissima: se compero un chilo di prosciutto spendo di più che a comprarne tre etti; non vedo il motivo per il quale non debba esserci differenza di prezzo tra 100KB o 1MB di file).
E questo è legale? Per certi aspetti la legailtà di questi siti è inattaccabile, talmente che per qualcuno rappresenta addirittura un pericolo: la FIMI e la IFPI (le federazioni dei discografici e della musica in Italia) hanno cominciato a manifestare elevatissime preoccupazioni arrivando a boicottare in vadi modi (riuscendoci anche parzialmente) la diffusione di musica attraverso questi siti. Siti che, per altro, non possono essere attaccati più di tanto essendo totalmente in regola con i diritti della ROMS (la SIAE russa).
E difatti, ad oggi, scaricare musica legalmente ed a basso prezzo da questi canali è ancora possibile. Alcune volte risultano chiusi per misteriosi (?!) motivi tecnici... Ma dopo un paio di giorni ritornano nel loro splendore.
Due articoli, con informazioni anche più dettagliate e tecniche le trovate nel Blog di Mauro Graziani: QUI e QUI

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017