Excite

Mr. Dave Clarke live!

Come tutti i djs (e i personaggi, in generale) di successo, Dave Clarke ha alle spalle una storia che "movimentata" è dir poco. Fuga da casa a 16 anni (sebbene studiasse a Brighton), cattivo rapporto coi suoi genitori, periodo difficile tra le strade della sua città, finchè un amico non gli offre un posto in cui dormire (come nel migliore dei film). Dave, ovviamente, porta con sè solo una cosa: l'amore per la musica. E, ovviamente, è musica di strada, musica cattiva, fatta di rime taglienti, hip hop e post-punk in top. Dall'ascolto a suonare il passo è breve, specie per chi, come Dave, non ha più niente tra le mani, se non i dischi. E di lì la fama. Immensa. In cambio di un immenso talento ed estro creativo che Dave ha regalato al mondo. E che questo venerdì regalerà anche a Roma, grazie a Firewater, che l'ha invitato ad uno dei suoi appuntamenti del Brancaleone.

Trova l'Event su Excite Bynight!

Il vero successo per Dave Clarke arriva nei primi anni '90. La sua musica fa il giro del mondo, raccoglie consensi ed elevato rispetto da tutti i migliori produttori. Il suo sound è di matrice techno, con forte ispirazione minimale e detroitiana. Le sue radici funk e hip hop però non si sono perse col tempo, è questo che rende speciale ogni suo set: Dave continua a scratchare e a citare il suo tanto amato funk. Nel tempo ha variato diversi pseudonimi (Directional Force, Graphite e Ortanique), diventando comunque uno dei nomi più anti-convenzionali, intransigenti e di maggior rilievo nella techno acid e hard core.

E' proprio lui, quel Dave che ha influenzato una intera generazione di dj a partire dai primi anni '90 con la sua musica energetica e ipnotica, e i suoi intensi dj set. "Music has always brought me through, even in times when I've had nothing. Music has given me everything and I feel I have to give everything back. I don't know what I'd do without it, it's in my blood and bones, the only constant throughout the whole of my life", dice Dave. E' l'amore costante per la musica, che gli scorre nelle vene, a renderlo carico di una magia singolare, quando suona.

Ospite favorito delle leggendarie John Peel sessions, e oggi è uno dei più rinomati tra i dj, produttori, remixer, presentatori radiofonici e studio designer techno del Regno Unito. I remix di Clarke hanno attratto artisti come i Chemical Brothers, i New Order, gli U2, i Depeche Mode, mentre la sua etichetta (Magnetic North) ha pubblicato i lavori di nomi come Christian Vogel e Adam X.

Folle, folle, folle (e grande sperimentatore!), Dave Clarke lo scorso anno ha voluto sperimentare anche un concerto con la "Holland Symfonia orchestra". Partendo dalla sua leggendaria traccia numero uno d'archivio, "Rhapsody In Red", ha articolato sullo stesso filone musicale più tracce da suonare assieme all'orchestra sinfonica: il risultato è stato spettacolare. Averlo a Roma è un'occasione importante, un appuntamento imperdibile, una notte che entrerà nella storia degli eventi techno capitolini.

Con lui ci sarà Alessandro Conte, resident di Firewater. E ci sarete voi, consapevoli di cosa state attraversando. Una notte memorabile, in cui tutto il techno sound più suonato al mondo vi pioverà addosso. Niente ombrelli, per cortesia: bagnatevi i capelli e lasciatevi spettinare dall'intensità del suono del mitico Dave.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017