Excite

Neapolis Festival @ Mostra D'Oltremare!

E' proprio vero: l'estate è ufficialmente periodo di festivals. Giusto ieri vi avevamo parlato dello Sherwood Festival, un grande contesto dedicato alla musica indipendente e alternativa che si tiene a Padova. Oggi ve ne proponiamo un altro. Ma il bello è che 1/3 degli artisti che suoneranno allo Sherwood ci saranno anche qui. Solo che questo si tiene a Napoli, un'ottima alternativa per chi volesse assistere al concerto dei Subsonica, The Prodigy e Motel Connection ma vive al Sud.

Stiamo parlando del Carpisa Neapolis Festival, sin dal 1997 il più importante happening musicale del sud Italia. Due giorni di musica e non solo animeranno il quartiere fieristico di Napoli, Mostra d'Oltremare. Sul palco grandi nomi della musica contemporanea, senza un genere ben definito che faccia da linea guida, con una certa propensione però per tutto ciò che è nuovo, avanguardistico, rinomato ma indipendente.

Trova l'Event su Excite Bynight!

Dal '97 a oggi di strada se n'è fatta: in questi anni si sono avvicendati sul palco del Neapolis Festival grandi artisti italiani e internazionali, del calibro di David Bowie, NoFx, Rancid, Muse, Deep Purple, Aerosmith, Vasco Rossi, Jovanotti, Afterhours, Negrita, Litfiba, Carmen Consoli, Primus, Jamiroquai, The Cure, Iggy Pop and The Stooges, Santana, Kasabian, Nick Cave, R.E.M., Feeder, Patti Smith, The Horrors, Verdena, Franco Battiato e moltissimi altri. Anche quest'anno - alla sua dodicesima edizione - il Neapolis festival promette di offrire al pubblico il meglio della musica. Diamo uno sguardo alla line-up!

Cinque nomi importanti per la prima sera di Festival, altri quattro per la sera successiva. Mercoledì 15 Luglio ci saranno i Subsonica, Rinôçerôse, The Virgins, Marlene Kuntz, Daniele Silvestri. La sera seguente invece sarà la volta di Juliette Lewis, Motel Connection, The Prodigy e !!! (chk chk chk).

Se di Subsonica & co. sapete già tutto, è bene darvi qualche dritta sugli altri. Ad esempio, gli !!! (chk chk chk). Niente paura, si pronuncia come uno schiocco della lingua contro il palato ripetuto tre volte, tipico del linguaggio dei boscimani, tuttavia per "chiamarli" potete ripetere tre volte qualsiasi monosillabo: Chk Chk Chk è la forma più comune, ma possono andare altrettanto bene Pow Pow Pow, Bam Bam Bam, Uh Uh Uh. Si tratta di una band californiana di sette elementi formatasi nell'estate 1995 dalle ceneri di altri tre gruppi di Sacramento: The Yah Mos, Black Liquorice e Popesmashers. Mischiano lo stile disco-funk con l'aggressività rumorosa e un'anima pop-funk-punk. Juliette Lewis invece sarà l'elemento rosa di un palco quasi tutto al maschile. Oltre che cantante (dapprima col gruppo Juliette and the Licks poi con i The New Romantiques), ha una carriera come attrice alle spalle. Un tocco di bellezza per rifarsi gli occhi oltre che le orecchie. Ecco perché Neapolis è un festival variegato.

Un unico appunto: i gruppi in questione vantano di potersi classificare nella scena indipendente e alternativa (fuori le righe, insomma) nazionale e non. Solo che a vederli ogni sera su un palco diverso stanno prendendo, poco per volta, la via del commerciale, omologato, atteso. Ecco perché il Neapolis Festival ha una funzione importante: verificheremo sul suo palco se lo show dei The Prodigy è dotato di quella carica animalesca che fa della session di folle dance ogni volta un'esperienza nuova. Se i Motel Connection sono realmente sintonizzati sulle frequenze dell'alternativismo europeo e se i Subsonica rispecchiano quell'anima poliedrica di sempre, che non stanca mai.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017