Excite

Negramaro boicottati? Mei: 'Sciopero contro le radio'

Giordano Sangiorgi, organizzatore dello storico (anche se un po' annacquato) Mei (Meeting delle etichette indipendenti, la più grande vetrina della nuova musica italiana, che si svolgerà dal 26 al 28 novembre a Faenza) ritorna sul caso del boicottaggio della musica italiana nelle radio, in seguito al clamoroso caso dei Negramaro. Alla band dell'altro Sangiorgi, Giuliano, sarebbe infatti stato riservato pochissimo spazio dalle emittenti radiofoniche, nonostante un atteso disco in uscita e il singolo Singh-iozzo.

'Credo che ci sia un cartello delle radio contro noi ma preferisco pensare che il brano non sia piaciuto', aveva infatti detto qualche giorno fa il leader della band salentina, intervistato da Tgcom. Tuttavia, nelle classifiche digitali l'ultima fatica del gruppo sta andando alla grande.

'Appoggio totalmente – ha detto Sangiorgi – i Negramaro e tutti quegli artisti, dai big agli emergenti, che sono d'accordo con noi. Basta con il boicottaggio delle radio alla musica italiana, è una situazione insostenibile che sta danneggiando gravemente l'intero settore e che sta provocando gravissimi danni al made in italy musicale'.

'Il Mei attende - ha aggiunto l'organizzatore - un segnale di apertura da parte delle radio, che dimostri la loro effettiva libertà: l'invito a ospitarci per parlare della nostra manifestazione. Altrimenti attueremo uno sciopero contro i network che non trasmettono musica italiana, invitando tutti a sintonizzarsi nei giorni del Mei sulle Radio Rai, sui network non commerciali e sulle altre emittenti piccole e private, regionali e locali, che non seguono questo ottuso boicottaggio'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017