Excite

Nessuna promessa per Carla Bruni

Prima di tutto, sappiate che se volete ascoltare l'ultimo album di Carla Bruni non dovrete attendere necessariamente il 15 gennaio. Sulla sua pagina personale di Myspace, la modella ha reso ascoltabili tutti i brani del cd "No Promises".

Il secondo lavoro della splendida chansonnier arriva a quattro anni di distanza da Quelqu'un m'a dit?, album delicato e sopraffino che la rivelò al mondo come musicista di talento dall'alto degli 1,2 milioni di copie vendute in Francia e 800.000 nel resto del mondo.
Carla con No Promises riprende il cammino da dove lo aveva interrotto, proprio come una lunghissima passarella nella quale sfila senza indugi. Nell'album l'artista ha riproposto in musica, su basi folk, poesie celebri di Emily Dickinson, William B. Yeats, Wystan Hugh Auden, Walter de la Mare e altri autori anche contemporanei.
"Ho seguito il consiglio della mia amica Marianne Faithfull: 'Carla, leggi ogni sera un sonetto di Shakespeare, ti aiuterà a trovare la giusta ispirazione", ha detto la Bruni a Giuseppe Videtti che l'ha intervistata per XL di Repubblica.
"Invece alla fine mi sono innamorata della poesie di Yeats e Dickinson e le ho musicate. La musica ha il dono della spontaneità, proprio come un gesto, una carezza".

"Il mio rapporto con la chitarra è cominciato prestissimo", ha continuato l'ormai ex modella, "suonarla è sempre stato un mio hobby segreto. Mi sono bastate due lezioni per capire che quello era il mio strumento. So di suonare in modo mediocre perchè non ho la fluidità alla mano sinistra, non posso fare dadaradadaradadadaradada, ma solo spling, spling, spling. Per fortuna che la musica pop è costruita su armonie piuttosto semplici".

A Carla il successo del suo album d'esordio l'ha preoccupata alquanto: "Il successo è sempre legato alla fortuna: ho visto grandi talenti restare nell'ombra e artisti mediocri trionfare. Molto, purtroppo, è affidato al caso. Perchè ho scelto di diventare musicista? Quando ho capito che ero troppo vecchia per continuare a sfilare".
"Ho miti musicali eccentrici - ha proseguito l'artista - adoro tutte le country girl: da Emmylou Harris a Dolly Parton. Ho viaggiato assieme ai Rolling Stones, ad Eric Clapton e ho ammirato il loro modo di essere artisti. Se da loro non avessi appreso nulla, la mia sarebbe stata solo un'esperienza da groupie".
E il prossimo album? "Mi piacerebbe fosse francoitaliano, cioè ... italofrancese, come la storia della mia vita".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019