Excite

Peter Hook - Brancaleone - Roma

Si rivivono pezzi di storia della musica al Brancaleone. Il 27 novembre il live è una 'Joy Division celebration'. A opera di chi? Peter Hook, mica uno qualsiasi. Torniamo un po' indietro. Il 18 maggio 1980, a Manchester, succede qualcosa che interrompe il corso naturale della cose. Ian Curtis muore suicida giovanissimo. Era il leader della band, nata nel 1977.

La notizia in pillole su byNight: tutte le info!

Il nome deriva da quello delle baracche femminili dei campi di concentramento nazisti di cui racconta il libro 'The house of dolls'di Ka-Tzetnik 135633 del 1955. Le donne imprigionate nell'area che portava questo nome erano trattate come prostitute, e usate come mero oggetto sessuale da SSe soldati tedeschi.

La notizia della scomparsa del carismatico leader fa il giro del mondo. L'anima della band che aveva sconvolto il post punk, quel frontman carismatico e indemoniato, se n'era andato. Trent’anni dopo, l’album-capolavoro 'Unknown Pleasures' continua a vivere anche grazie a Peter Hook, fondatore e bassista dei Joy Division - e, dopo la morte di Curtis, dei New Order - che, insieme alla sua band, The Light, si è preso l’onere e l’onore di risuonarlo per intero dal vivo in giro per il mondo. Peter Hook esegue integralmente dal vivo il loro primo album 'Unknown Pleasures' per una data tutta da vivere. In apertura il live dei Confield e il dj set dei Soft Punks, per tenere alto il tasso di adrenalina.

joy division

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017