Excite

Piers Faccini, c'è un po' d'Italia nel folksinger britannico

Guida un furgoncino Wolkswagen e s'è rifugiato nella campagna delle Cévennes, sud della Francia. Le sue origini, come il nome suggerisce, sono evidentemente italiane, ma Piers Faccini è un musicista folk dal sangue inglese e dalle mille influenze che nel tempo libero scatta foto e impugna pennelli.

Guarda le foto di Piers Faccini

Il prossimo disco – il terzo – del musicista trantaquattrenne sposato con una napoletana si chiama Two Grains of Sand ed è uscito da pochissimi giorni. Padre italiano, madre inglese, Faccini è nato in Gran Bretagna ma ha vissuto anche al mare, sulla Manica, per poco tempo, e poi in Francia, durante i primi anni di vita: "I miei nonni erano immigrati in Gran Bretagna, quindi in me convivono influenze irlandesi, russe, italiane, gitane... Un sogno? Una vena romantica? Ad ogni modo, ho sempre avuto una fortissima curiosità per la varietà musicale di tutte queste zone. Come se fosse scritto nel mio Dna".

Dopo il primo album, uscito nel 2004, Leave No Trace, si è dedicato principalmente alla composizione di canzoni folk dal tono limpido e arioso, come dimostra anche il precedente lavoro Tearing Sky (inciso in compagnia di Ben Harper e dei musicisti di Jack Johnson). Ma prima di potersi dedicare a incidere le sue canzoni e trovare una casa di produzione a Parigi, Faccini abitava a Londra, dove ha suonato per cinque anni con i Charley Marlowe, a fianco della poetessa Francesca Beard.

"Difficile per me spiegare a parole la mia musica – ha dichiarato il songwriter – ma forse c’è davvero più vegetazione in questo album, un paesaggio più variegato. Più fiumi e montagne, dove Tearing sky era più arido e desertico. C’entra sicuramente il posto in cui vivo, ma è un processo del tutto inconsapevole”.

Piers Faccini - The Taste of Tears

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017