Excite

Pino Daniele: predisposta l'autopsia ed è giallo sul testamento del cantautore

  • @Getty Images

La morte di Pino Daniele ha alzato una nube di polemiche e di dubbi, tanto che ora la Procura di Roma ha aperto un'indagine per omicidio colposo. Gli eventi legati alla notte del 4 gennaio, quando il cantautore napoletano venne portato a Roma e non al più vicino ospedale, hanno destato l'attenzione di tutti, tanto che nella giornata dell'8 gennaio verrà eseguita l'autopsia sulla salma. A chiamare l'ambulanza è stata a compagna dell'artista, Amanda Bonini, che chiese l'intervento del 118, ma quando i medici si misero nuovamente in contatto con la famiglia, questi dissero che lo avrebbero portato personalmente dal loro cardiologo a Roma.

Pino Daniele: le 10 canzoni più belle da "'Na Tazzulella 'e Cafè" ad "Amore senza fine"

L'autopsia di Pino Daniele è state predisposta dalla Procura di Roma per accertare le cause della morte in modo che si riesca a comprendere meglio cos'è successo quella notte. L'autopsia sulla salma del cantautore si terrà a Napoli alle ore 12:00 e verrà eseguita dai due medici legali della Sapienza di Roma Giorgio Bolino e Vittorio Fineschi, che saranno a loro volta affiancati da Giuseppe Ambrosio, medico cardiologo.

A parlare dell'autopsia sul corpo di Pino Daniele è stata l'ex moglie, Fabiola Sciabbarrasi, che ha dichiarato all'Ansa di essere d'accordo con questa procedura “se è un passaggio necessario a stabilire la verità sulla sua morte” - aggiungendo - “avevo rinunciato all’idea dell’autopsia per evitare un’ulteriore oltraggio al corpo del padre dei miei figli. Poi, sono stati gli inquirenti a chiamarmi per dirmi che forse sarà necessaria per stabilire che cosa è successo e chiarire meglio la dinamica della morte di Pino”. Fabiola Sciabbarrasi ha anche dichiarato che vuole “solo la verità e la cercherò in tutti i modi”.

Il giallo sulla morte di Pino Daniele si apre anche sul suo testamento. Secondo quanto riportato dai familiari il cantautore avrebbe scritto “Voglio essere seppellito in Toscana”, precisamente a Orbetello, ma c'è chi sospetta che questa non fosse la vera volontà di Pino Daniele. Alcuni parenti infatti affermano che in realtà Pino voleva essere seppellito nella sua terra natale e, a supporto di questa potesi, spunta un brano inedito del cantautore dove nel testo dice “Sud, scavame 'a fossa, voglio murì cu te!”. Nonostante il lutto e il momento estremamente delicato, sembra proprio che in seno alla famiglia di Pino Daniele ci sia molta tensione, tanto che si è ipotizzata la presenza di due fazioni contrastanti, quella dei figli e dei nipoti contro quella con zii e fratelli, che si erano già risentiti per i funerali tenutisi prima a Roma e poi a Napoli.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017