Excite

Poliziotti fermano Bob Dylan senza riconoscerlo

Una passeggiatina notturna sotto la pioggia di Long Branch, New Jersey, è costata non pochi fastidi a Bob Dylan, fermato da due giovani poliziotti che lo hanno fermato e portato in albergo affinché lui potesse mostrare i documenti scordati nella fretta.

In effetti non ci sarebbe nulla di strano nel fatto che i due poliziotti non avessero riconosciuto la star di notte sotto la pioggia, se non fosse che, dopo i fatti legati al caso di Henry Gates, l'accademico nero arrestato dal poliziotto bianco, in America ora si va con i piedi di piombo, e la notizia è rimasta nascosta per un po’ prima di venire a galla.

Certo niente a che vedere con la triste vicenda del 24 luglio scorso, qui il tutto si è svolto in maniera pacifica, con i due poliziotti poco più che ventenni che chiedono a quell’eccentrico “vecchietto” nome e cognome, e lui che risponde “Bob Dylan”, replicando poi alla domanda del perché fosse li sotto la pioggia con un secco: "Sono in tour e mi andava di fare una breve passeggiata sotto la pioggia”.

Tutto risolto di li a poco quando poi, in albergo, Dylan ha mostrato i suoi documenti tra le scuse dei poliziotti che potranno comunque per sempre vantarsi di aver fermato per strada Bob Dylan…chissà se poi i due gli avranno chiesto pure l’autografo…?

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017