Excite

Povia ammette la cocaina e presenta il videoclip

"Da adolescente ho iniziato con le canne, poi sono passato alla cocaina. Intorno ai 24 anni ho vissuto un periodo massacrante". Tempo di confessioni. In occasione dell'uscita del videoclip della tanto discussa canzone Luca era gay, Giuseppe Povia, passato il cancan dell'Ariston, si confessa. Lo fa sulle pagine di Chi, in uscita oggi.

Guarda le foto del reo confesso Povia

"Ho chiuso con le droghe verso i 27-28 anni – ha detto il secondo classificato dell'ultimo Sanremo – e da cinque mesi non bevo più nemmeno una birra". Per poi aggiungere: "Ho sofferto anche di depressione e attacchi di panico. Cercavo forza nella musica ma non riuscivo ad affermarmi. Quando stavo male, mi mettevo sotto il cuscino e dicevo le preghiere."

Quanto al video del pezzo, invece, poco da dire. La vera notizia è che, ahinoi poveri illusi, di Monia Russo non c'è traccia. Mentre il clip altro non è che una stinta sequela ultradidascalica dei versi del testo, con un povero Cristo messo a far la parte del disastrato Luca e che a tratti sbanda terribilmente verso le ricostruzioni alla Alda D'Eusanio.

Il cantante milanese non ha mancato l'occasione per tornare a parlare anche del mondo di oggi e del rapporto tra uomini e donne. "Si è persa l’intimità - ha concluso - tutto è esibito e la donna riversa la propria femminilità in politica, nella cultura e nel sociale. Quando vedi donne che corteggiano gli uomini in tv, il messaggio è sbagliato".

Povia - Luca era gay

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017