Excite

Sanremo 2011, la prima puntata: fuori Oxa e Tatangelo

 di Valeria Scotti

Toh, c’è una piccola principessa sul palco. L'ha portata mamma Clerici, vecchia padrona di casa, che alla sua Maelle decide di raccontare una favola per poi ricordarci che 'ogni anno si rinnova la magia'. Del Festival di Sanremo, ovviamente.

E stavolta tocca al maratoneta Gianni Morandi. Appare dal fondo della sala e, nonostante la giacca sbrilluccicante – modello 'Billie Jean' del compianto Jackson - vogliamo dargli fiducia. Tanto da questo momento è ufficiale: non si può più tornare indietro.

Vai allo Speciale Sanremo 2011

Ecco Monghidoro, il racconto dei suoi anni di gioventù – 'Ho sempre visto i primi dieci minuti del Festival di Sanremo', il resto probabilmente neanche lui lo reggeva - e una promessa: 14 cantanti bravissimi, una canzone più bella dell'altra. Mi sa che ci vuole prendere in giro.

Sanremo 2011, i pagelloni dei big

Giusy Ferreri, che ha certamente risparmiato sul vestito, calca per prima il palcoscenico con 'Il mare immenso'. Ma lo stop alla musica è immediato. Mica lo vogliamo lascià solo a Gianni? Eh no. Arrivano Luca e Paolo sul palco, e alle 21,40 pure il cane a sei zampe dello sponsor. Le cosce di Belen e la Canalis, quelle no.

Ma ci sono gli arti inferiori, e che arti, di Raquel Del Rosario che si prepara ad andare 'Fino in fondo' con Luca Barbarossa. Il tripudio delle parole banali: stella, mare, sole, cielo. Per fortuna abbiamo il nuovo tormentone: 'Su, su, su, giù, giù, giù'. Ma rimpiango quasi i laghi di Scanu.

Sanremo 2011, il regolamento

Zitti zitti che arriva il professore, Roberto Vecchioni con il suo 'Chiamami ancora amore'. Occhialino alla Harry Potter e titolo rubato dalla mente di Moccia. A seguire la Tatangelo: look da maschio, il capello da Tokio Hotel e il suo 'Bastardo' con tanto di B tatuata sulla schiena nuda. Belen ed Elisabetta latitano ancora, mentre il palco va a La Crus con 'Io confesso' e la tinta rubata a Paolo Limiti.

Prima pubblicità, e alle 22.12 si riprende. Sarà il momento delle cosce? Pare di sì. Le belle bimbe, l'argentina e l'italiana, si danno la mano, scendono le scale. Abiti lunghe: come non detto, niente cosce. Quattro parole di circostanza, poi la squadra compatta per la gioia dei fotografi.

Chi vuoi che vinca? Vota il Supersondaggio

No, vabbè che tra Pezzali e pezze c'è una certa assonanza. E Assante della Repubblica se ne è accorto tanto da dare l'allarme: 'C'è un barbone in scena'. Dopo aver avuto il piacere di vedere la famiglia della Rodriguez in platea, sul palco sale Davide Van De Sfroos. Niente sottotitoli alla pagina 777: tutti fregati.

Ah, forse siamo salvi. Il palco tutto di Paolo e Luca: 'Vogliamo dedicare una canzone a due grandi comici'. Alias Berlusconi e Fini. La paura corre sul filo, ma nessuna telefonata da Masi. Vuoi vedè che ha finito il credito del cellulare.

Video Sanremo 2011: Luca e Paolo in 'Ti sputtanerò'

Anna Oxa, per come s'è vestita, pare arrivare dritta dritta da una sessione di jogging, mentre Tricarico si fa solenne: 'Quelli nella nebbia hanno una bandiera verde. Ricorda, la nostra tre colori ha'. Ed è finalmente il turno dei superfavoriti della vigilia, Modà ed Emma. Il pronostico è d'altronde frutto delle ultime due edizioni stravinte dai pargoli di Maria. Ed è a questo punto che il padrone di casa riprende il palco per sentenziare: 'Mi sembra che le canzoni siano molto belle'. È confermato: ce stà a piglià in giro.

Si riprende dopo lo spot. Morandi s'è scollato le paillettes della giacca una a una durante il nero pubblicitario, mentre le due belle statuine - Belen ed Eli, chi sennò - arrivano in ascensore. Su su che tutto passa. Tratteniamo il fiato: Luca Madonia e il mito Franco Battiato in 'L'alieno', Nonna Papera – ops Patty Pravo - e pure il tango della Belen.

La gara è agli sgoccioli. La chiudono la spaurita Nathalie che se la canta e se la suona al pianoforte e l'onnipresente Albano. Ma c'è ancora tempo per farci male: il twist Canalis-Morandi, per esempio.

In fondo non chiediamo molto, solo conoscere i nomi di chi farà la valigia. Eccoli: le due Anna, Oxa e Tatangelo. Peccato (per noi) che c'è sempre il ballottaggio. Orfani di Scanu e dei suoi laghi, alle 00.20 non ci resta che andare a dormire. E senza nemmeno fare l'amore.

(foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019