Excite

"Questi siamo noi", Gigi D'Alessio e Anna Tatangelo: prova superata su Canale 5 con qualche défaillance

  • video.mediaset.it

Attesa, tanta attesa per l'esordio in coppia di Anna Tatangelo e Gigi D'Alessio in “Questi siamo noi”, il programma musicale (e non) di Canale 5 che li ha visti per la prima volta in tv insieme a condurre un intero programma.

Anna Tatangelo a "Questi siamo noi", le foto più sexy: tango hot, spacco inguinale e non solo

L'impresa non è stata così facile, lo si intuisce dalle numerose coreografie, dai numerosi ospiti da gestire, dalla durata del programma stesso (intorno alle 3 ore). Tra balli, canti, gag, applausi i coniugi D'Alessio hanno battezzato anche la conduzione in tv.

Tutto sommato l'amalgama di Roberto Cenci & company è riuscito, ma non ha mostrato nulla di originale, anche se è stata coinvolgente per il ritmo dato dalla presenza degli ospiti e dai balletti della Tatangelo ed ha registrato un buon 19.46 di share.

Tatangelo-Amoroso, le foto del duetto a "Questi siamo noi"

Se vogliamo essere cattivelli, in alcuni momenti il programma è risultato monotono: varie canzoni in versione spagnola, varie canzoni di Battisti, varie canzoni napoletane. Non discriminiamo nulla di tutto ciò, ma il grande repertorio della musica italiana ed internazionale offre l'opportunità di variare, cosa che non si è pensato di fare a quanto pare. Certo, nulla da dire a Lucio Battisti che resta uno dei padri della musica italiana, ma a volte ci si è chiesto: perchè ancora Battisti? Il riferimento partenopeo non poteva mancare e sono stati quelli i momenti più veri in cui il legame della coppia con la terra d'origine di D'Alessio è forte ed evidente.

Guarda le foto delle prove di "Questi siamo noi" con Gigi D'Alessio e Anna Tatangelo

Bravi entrambi, soprattutto la Tatangelo che ha saputo dimostrare di sapere cantare e ballare, e anche recitare, contemporaneamente: eccelsa la sua performance su 'A rumba de scugnizzi, in cui ha dato il meglio di sé facendo svolazzare la gonna, atteggiandosi a smargiassa napoletana con un accento partenopeo davvero migliorato...per ovvi motivi.

Sì, bravi entrambi ma nella conduzione c'è stato un po' troppo distacco: la Tatangelo ha fatto troppo la padrona di casa , la distaccata, come se D'Alessio fosse solo un collega, quello che non ha fatto il suo partner che ha dimostrato di avere molta dimistichezza con il palco, atteggiandosi, però, troppo a “gualiuncello innamurato” quando interagiva con la sua donna (tanti i complimenti: “bella”, “brava”). Ci sono stati momenti intimi ed emozionanti (manna dal cielo per l'audience) che hanno mandato in estasi gli spettatori in studio.

Tanti gli ospiti. Da conduttori (Paolo Bonolis) a cantanti (Modà, Alessandra Amoroso, Roberto Vecchioni etc..), sino ai comici-intrattenitori. In effetti, la presenza di Biagio Izzo e Pucci è stata proprio una scelta azzeccata: i due, nei momenti della loro interazione con D'Alessio e Tatangelo, hanno saputo condurli discretamente, soprattutto nei tempi morti tra una frase e l'altra della conversazione.

Gli unici momenti di punta della serata sono stati quelli dell'incontro con Roberto Vecchioni, in cui D'Alessio si è lanciato in un monito sulla “terra dei fuochi”, la “terra del dolore”, facendo da apripista ad una canzone in esclusiva di Vecchioni cantata dal professore stesso: “Ho conosciuto il dolore”, e quello con Enzo Avitabile, artista umile e talentuso.

Tutti belli, tutti bravi, tutti coinvolgenti, ma l'unica cosa che ci viene da chiedere è: era necessario un altro show popolare con delle presenze già rodate in ambito spettacolo/musicale? No, non era necessario, ma si sa ciò che va per la maggiore in Italia: l'amore, il gossip, le civetterie, molti erano incollati allo schermo per capire “ma Anna le ha fatte ste corna a Gigi?” , e poi: ancora i Modà, ancora Alessandra Amoroso, ancora Bianca Aztei, un po' di spazio agli emergenti non sarebbe stato male.

E comunque “Questi siamo noi”, mai titolo fu più azzeccato.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017