Excite

“Record store day”: salviamo i negozi di dischi!

Il 19 aprile è una data da ricordare per gli appassionati di musica. Negli Stati Uniti verrà celebrato il "Record store day": una giornata interamente dedicata alla salvaguardia e tutela dei negozi di dischi.

Per un giorno tutti i gestori delle piccole rivendite di dischi e affini si riuniranno per denunciare lo stato di estrema difficoltà in cui versa il settore commerciale di cd e vinili, a causa, tra l'altro, della enorme diffusione di musica pirata via web.

La lodevole iniziativa darà l'occasione, agli esperti del settore e non solo, di sviluppare piani di marketing innovativi a tal punto da tirare su un settore commerciale da molti dato per spacciato. Oltre all'aspetto più prettamente tecnico-discografico la giornata sarà accompagnata da tanta musica di qualità come l' esibizione dei Metallica a San Francisco (in un negozio di dischi ovviamente).


M
olti gli artisti che appoggiano il “Record store day”:

Bruce Springsteen: “Compro sempre dischi. Sono della vecchia scuola e penso che la musica vada pagata. I miei figli pagano per scaricare, poi se vogliono comprano l’album”.

Paul McCartney: "I negozi di musica sono la cosa più attraente che ci sia”.

Peter Gabriel: "Ricordo i tempi in cui scoprivo un sacco di buona musica proprio attraverso il negozio di dischi sotto casa mia grazie all’esperienza dei rivenditori".

Tra gli italiani per ora solo Antonello Venditti ha lanciato il suo appello per il “Record store day”: "I negozi vanno salvati e basta" (...) "Un tempo era come entrare in una galleria d’arte e i dischi che non conoscevo mi venivano consigliati da solerti signorine che sapevano tutto. Oggi sei solo davanti a uno scaffale di cd in ordine alfabetico. Paradossalmente la divulgazione vera è rimasta appannaggio dei vu cumprà, che ancora ti consigliano quando vendono le copie pirata".

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017