Excite

Regina Spektor: "Non volevo essere una star"

"Tutto è andato come speravo e il risultato è perfetto. Non avevo grandi aspettative, non sognavo di diventare una stella. Solo di guadagnare un po' di soldi per essere indipendente e continuare a fare la musica in cui credo in totale libertà. Lei non ci crederà, ma prima di firmare un contratto discografico ci ho pensato e ripensato quasi un anno. Mi davano della paranoica, ma io ho sentito tante di quelle storiacce, non volevo assolutamente rischiare, anche a costo di restare a piedi. In questo senso sono una cantautrice super-militante. E lo sarò anche quando questo musical debutterà a Broadway, nel 2011". A parlare è Regina Spektor, cinque dischi da leccarsi i baffi fra cui l'ultimo Far e una storia di immigrazione da libro d'avventura. Ebrea nata a Mosca, si trasferisce prima in Italia (due mesi a Ladispoli, sul litorale laziale) e poi negli Stati Uniti durante la perestrojka.

"Per me il sogno americano è la libertà di fare le cose in cui credi – dice a Repubblica – di fare ciò che vuoi senza pregiudizi razziali, per quello che sei, per le tue capacità. Il sogno cominciò a concretizzarsi nel momento stesso in cui fummo finalmente liberi di andare in sinagoga, quando mio fratello poté essere circonciso, e tutti insieme cominciammo a celebrare le nostre feste, in armonia con gente di altre religioni, di culture diverse. Il sogno diventò realtà quando mi iscrissi all'università e nel formulario da riempire non dovetti scrivere la parola "ebrea" sotto la voce "religione", perché quella voce nella domanda d'ammissione non c'era".

"Il mio desidero e la mia ambizione erano quelli di far ascoltare la mia musica alla gente, più gente possibile – confida – in altri tempi, sarei stata una cantastorie. Il mondo del pop è pieno di incognite, bisogna andarci con i piedi di piombo. Che ne sarà di me tra dieci anni? Vorrei collaborare con Tom Waits, Björk... E David Byrne, con il quale ho una fitta corrispondenza epistolare. Ha usato una mia canzone per una delle sue installazioni a Manhattan. Che posso volere di più dalla vita?".

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017