Excite

Robbie Williams: 'Malato davvero, una vita in pena'

'È tutto vero, sono malato e non sapevo di esserlo. Niente di incurabile, ma per anni questa cosa non è stata diagnosticata, mi dà letargia, mi fa sentire sempre stanco. Sa com'è, quando uno come me va dal medico non viene preso sul serio. Pensano: è il minimo con tutto quello che ha ingurgitato, droghe, alcol e tutto il resto... Quindi anch'io ho cominciato a pensare che la spossatezza che mi perseguitava fosse una reazione naturale agli abusi. Invece ho scoperto che è il risultato di una patologia, di cui non mi va di dire il nome, che finalmente siamo in grado di affrontare con dei farmaci'. A poche settimane dall'uscita del suo Greatest Hits e a poco più di un mese e mezzo dalla pubblicazione del disco con i ritrovati Take That, Robbie Williams esce allo scoperto e si racconta a 360 gradi.

'Da anni sono un'anima in pena – racconta a Giuseppe Videtti su Repubblicainsoddisfatto, infelice, sempre alla ricerca di qualcosa che il successo non mi ha dato. E adesso, ironicamente, ho trovato il posto dove voglio stare, con la mia vecchia band. Sono di nuovo amico dei miei vecchi amici. Pronti per un altro tuffo nella follia. Le pare poco?'.

Williams parla con grande libertà della sua vita e delle sue scelte: 'La mia vita, in questi anni, non mi è piaciuta affatto. È la trappola delle popstar: siamo alla costante ricerca di qualcosa che piaccia alle masse e dimentichiamo quel che piace a noi. Pensavo: il meglio deve ancora arrivare. E intanto mi divorava la febbre di dover raggiungere quel milione di persone in più. La verità è che io non sono mai stato pienamente soddisfatto di me, sto ancora cercando il disco perfetto, la canzone che è sulla bocca di tutti. Ci sono solo andato vicino'.

Guarda le foto di Robbie Williams

Poi chiude con un pensiero a Michael Jackson e a tutte le celebrità divorate dagli eccessi: 'Ero alle Bahamas, ma la notizia mi ha comunque sconvolto. Pochi mesi prima anch'io ero in una situazione simile, stavo per essere ricoverato in un centro di riabilitazione e facevo il conto delle celebrità vittime della tossicodipendenza. La prima cosa che pensai fu: potevo esserci io al suo posto'.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017