Excite

RoBOt02 Festival @ Bologna!

E' il dictat del nuovo millennio: l'elettronica, il digitale, sposano il calore umano. Le braccia si agitano e i cuori pulsano a ritmo di beat e visuals psicadeliche. E' l'ultimo stadio prima che tutto sia solo elettronico. E' l'ultima fase prima che a battere le mani siano solo i Robot e che lo shacking di testa e fianchi produca solo un rumore metallico. Proliferano così i Festivals e gli appuntamenti coi grandi artisti dell'elettronica, meeting che passeranno alla storia come gli ultimi a coinvolgere l'umano calore. RoBOt02 è uno di questi. A dispetto del nome, roBOt ci mette musica e visual-art, ma è dell'umano che si nutre.

Trova l'Event su Excite Bynight!

Il Festival, a cura di Shape, associazione che cura da anni la cultura elettronica musicale nell'area bolognese, andrà in scena a Bologna per il secondo anno consecutivo, tra il Teatro Comunale, il Palazzo medievale Re Enzo, Manifattura delle Arti e Cassero, il Link, la Cineteca e l'Accademia. Quattro giorni intensissimi che vedranno approdare in città i nomi più importanti della scena elettronica e digitale europea.

I nomi finora confermati per la lineup sono tra i più grandi al mondo: il progetto Shape (Carl Craig, Moritz Von Oswald, Francesco Tristano, Bachar Khalifé, Justin Messina), Byetone, Tim Exile, Daedelus, Seth Troxler, Christian Burkhardt, Guy Gerber, dOP, Tobi Neumann, Mirko Loko, PastaBoys, M16, Unzip Project, AnderEdo. Basterebbe insomma solo la prima delle serate (quella col detroitiano Carl Craig e il tedesco Moritz Von Oswald, maestri di una techno colta, affiancati nel progetto Shape dal talentuoso pianista Francesco Tristano, il percussionista libanese Bachar Khalifé e il giovane compositore americano Justin Messina) per vivere un'esperienza unica e significativa. Ma la vertigine durerà ben 4 giorni, tra ricerca tecnologica, infuenze più prettamente dance, un approccio musicale "glocale", in ogni caso lontano da derive commerciali e dozzinalità.

Se l'anno scorso (prima edizione) le presenze complessive nei tre giorni sono state oltre 7000, quest'anno si punta più in alto vista anche la multidisciplinarietà del Festival. RoBOt infatti coinvolgerà stavolta un'istituzione prestigiosa come l'Accademia di Belle Arti bolognese (con un workshop in via di definizione che promette di essere un evento imperdibile) e tornerà ad occuparsi di cinema (con la proiezione di esclusivi lungometraggi).

Per settembre, insomma, mettete in conto una puntatina di 4 giorni a Bologna. Portate con voi tutta la vostra "humanitas" e lasciate ai posteri la speranza di un rave fatto di lamierati e cigolìì. Si chiama Robot, ok, ma i vostri drink saranno ancora a base di distillati e non di olio per motori. Per adesso le feste per robots lasciatele solo all'immaginario dei film fantascientifici anni '80: qui si balla, in carne e ossa, anima e corpo.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017