Excite

Sanremo 2013, seconda serata in diretta

  • Sanremo.rai.it

20. 55 – Inizia la seconda serata dalla 63esima edizione del Festival di Sanremo in diretta dal Teatro Ariston. Sul Palco in apertura Beppe Fiorello. Protagonista del biopic Rai intitolato “Volare” su Domenico Modugno (in onda sul primo canale il 18 e il 19 febbraio), l’artista siciliano si presta ad omaggiare il grande cantautore compianto rivisitando i suoi successi canori.

21.04 - La splendida modella Bar Refaeli fa la sua comparsa sul palco dell’Ariston, al posto di Luciana Littizzetto. Fazio finge di credere che Luciana si sia trasformata per qualche sorta di miracolo nella bionda top model ma il sortilegio dura poco: fa il suo ingresso in sala la nostra Lucianina.

21.10 - I primi big in gara che si esibiscono stasera sono i Modà con i due brani “Come l’acqua dentro il mare” e “Se si potesse non morire”. La band di Kekko Silvestre, in evidente emozione, presentano due chicche melodiche dolci e dal testo impegnato che mettono in risalto l'indole orchestrale della band. I due presenter Max Biaggi ed Eleonora Pedron annunciano la canzone che passa il turno: "Se si potesse non morire" con il 62% di voti.

21.29 – Il vincitore di Sanremo 2006, Simone Cristicchi si presenta con i due brani “Mi manchi” e “La prima volta”. La prima canzone è una filastrocca sentimentale dedicata ad una donna e pare che – fra le due - sia la canzone preferita da Cristicchi. Fisarmonica, xilofono e sezione di fiati sono le note che aprono il secondo cinico brano: una specie di ‘testamento’ favolistico dove l’io narrante racconta in retrospettiva della propria morte. Brano divertente, anche se qui tutti preferiscono molto sarcasticamente “Mi Manchi”. Ma la presenter di Cristicchi, Jessica Rossi, annuncia nello stupore di tutti che a passare è il brano “La prima volta (che sono morto)”.

21.44 – E’ la volta dell’ex Première dame di Francia Carla Bruni che esegue due canzoni tratte dal suo ultimo album intitolato “Little french songs”, che uscirà il prossimo aprile per la Barclay, prestigiosa etichetta discografica della Universal Music. Poi succede l’irrimediabile! La Littizzetto accompagnata alla chitarra da Carla si lancia in una divertente rivisitazione del famoso brano “Quelqu’un m’a dit”: una divertente parodia di paragone tra Luciana e Carla.

22.00 – A salire sul palco ora è Malika Ayane con “Niente” e “E se poi”. Con un abito lungo nero la cantante sfodera tutta la sua bellezza regalando alla platea una splendida interpretazione del primo brano: testo profondo e notturno, “Niente” è una canzone teatrale che decanta la bellezza dell’amore. Si cambia atmosfera con il secondo brano “E sa poi”: la superfavorita della 63esima edizione propone un testo questa volta più agrodolce, maggiormente ritmato e scandito sulla sua voce. Annunciato da Fazio come Alberto Angela, fa il suo ingresso sul palco Neri Marcorè. L’attore e comico italiano è il presenter di Malika nonché uno degli ospiti maggiorente attesi della serata dopo lo show di Crozza di ieri sera. La canzone che prosegue la gara verso la finalissima è "E se poi".

22.14 – Marcorè continua nella sua imitazione di Alberto Angela. Invitato da Fazio a chiamare sul palco Bar Rafaeli, l’attore italiano annuncia nuovamente la top model non prima però di aver promesso di ritornare sul palco dell'Ariston per l’esibizione dei Giovani prevista nel fine serale.

22.19 – Gli Almamegretta si esibiscono con i due brani "Mamma non lo sa" e "Onda che vai". Una miscela di reggae, dub e canzoni napoletane la prima, e maggiori nenie arabe e versi sentimentali per la seconda dove il tocco di Federico Zampaglione nella scrittura del testo è percepibile. Filippa Lagerbäck è la presenter del gruppo napoletano: aria di casa per i tre presentatori di “Che Tempo che Fa”! La canzone scelta dal pubblico e dai giornalisti è “Mamma non lo sa”.

22.37 – Dopo la pausa pubblicitaria è la volta del cantautore romano Max Gazzè con “I tuoi maledettissimi impegni" e “Sotto casa”, quest'ultima title-track dell'album appena uscito. Un Gazzè che parla di un amore guastato, finito e della ricerca di un nuovo equilibrio. A metà strada tra autoironia e sentimentalismo Gazzè ritorna alla grande tradizione cantautorale con due brani a dir poco "buoni" e "belli". Il primo scorre via veloce e radiofonico su una base leggermente 'elettrica', laddove invece sono i falsetti a farla da padrona nella seconda canzone basata su una filastrocca vitale ma sempre leggermente acerba. La nazionale di fioretto femminile annuncia che la canzone in gara di Gazzè è "Sotto casa".

22.51 – Al suo primo Sanremo arriva Annalisa Scarrone con “Scintille” e “Non so ballare”. Una Annalisa sensuale e romantica, vestita di bianco con degli ultra shorts, si muove sul paco con scioltezza e trasporto interpretando due canzoni che le calazano su misura: "Scintille" racconta l'intensità di un attimo e di quanti pensieri ti possono passare nella mente in una frazione di secondo; "Non so ballare" è l'ammissione di un limite. Carlo Cracco di MasterChef è il presenter di Annalisa: la canzone che resta in gara con il 55% di voti è "Scintille".

23.00 – Bar Rafaeli presenta il primo ospite internazionale della serata: Asaf Avidan. Il cantautore israeliano Avidan ha conquistato il successo internazionale e la vetta delle classifiche durante tutto l'inverno con la sua hit "One Day/Reckoning Song". Ospite sul palco dell’Ariston l’artista sarà in tour in Italia per due date: il 23 aprile all'Alcatraz di Milano e il 16 luglio presso la Cavea dell'Auditorium Parco della Musica di Roma.

23.20 – Gli Elio e Le Storie Tese sono gli ultimi big in gara. La band milanese sale sul palco indossando degli abiti a dir poco ‘papali’: o meglio da Vescovo! I due brani in gara sono: “Dannati forever” e “La canzone mononota”. Roberto Giacobbo annuncia la canzone che resta in gara degli Elio: con l'81% di voti passa "La canzone mononota".

23. 36 – Si chiude la sezione Big. In attesa dell’esibizione dei quattro Giovani i sette cantanti che ritroveremo in gara domani sera sono: Modà con “Se si potesse non morire”; Simone Cristicchi con “La prima volta”; Malika Ayane con “E se poi”; Almamegretta con “Mamma non lo sa”; Max Gazzè con “Sotto casa”; Annalisa Scarrone con “Scintille”; Elio e le Storie Tese con “La canzone mononota”.

23.39Neri Marcorè torna sul palco nei panni di Alberto Angela e Fazio lo accompagna nell’imitazione del padre Piero: entrambe si lasciano andare ad un divertente siparietto attraverso cui tentano di spiegare ‘scientificamente’ il concetto di ‘giovane’.

23.41 - Fabio Fazio ricorda i Ricchi e Poveri e parla della tragica notizia che ha colpito la mattina a Sanremo: la morte del figlio di Franco Gatti, il cantante del trio genovese.

23.50 - Seguono le esibizioni di 4 degli 8 Giovani in gara, che saranno giudicate con sistema di votazione misto, dal pubblico tramite il televoto e della Giuria della Stampa; solo 2, tra i 4, accederanno alla finalissima. Si esibiscono: Il Cile con "Le parole non servono più"; Renzo Rubino con "Il Postino (Amami Uomo); i Blastema con "Dietro l'intima ragione"; Irene Ghiotto con "Baciami?".

23.52 - Enzo Rubino è il primo con "Il Postino (Amami Uomo)". Pugliese, a solo 21 anni Renzo sul palco dell'Ariston racconta la storia di un amore omosessuale: brano melodico e bello, il video de "Il Postino (Amami Uomo) è già record di visualizzazioni su internet.

00.00 - Il Cile canta "Le parole non servono più". Lorenzo Cilembrini, un ragazzo aretino di trent'anni, è già una piccola stella nel mondo musicale italiano. Al suo primo ingresso all'Ariston il cantante porta in scena una romantica ballata melodica fatta di rivincita e voglia di stabilità.

00.04 - E' la volta di Irene Ghiotto con "Baciami?". "Ti ammiro così tanto che se miro, sparo/ ti perdo così piano che se ci penso, cado": sono le parole cantate da Irene Ghiotto in "Baciami". Il brano sottintende all'invito al bacio la paura di muovere una richiesta a un desiderio non ricambiato. L'album contenente il pezzo sanremese si intitola semplicemente "Irene Ghiotto" è uscirà domani, nel giorno di San Valentino.

00.08 - Sul palco suona il gruppo dei Blastema con "Dietro l'intima ragione". La formazione di Forlì è l'unica band in gara tra i Giovani. All'attivo dal 1997, quast'anno debuttano sul palco dell'Ariston con un brano rock d'ispirazione britannica.

00.19 - Vengono annunciati in presenza di Bar Rafaeli i due cantanti della categoria Giovani che passano il turno verso la finalissima: il primo finalista è Renzo Rubino con "Il Postino (Amami Uomo"; Il secondo finalista è la band dei Blastema con "Dietro l'intima ragione".

00.25 - Si chiude purtroppo con l'eliminazione de Il Cile e Irene Ghiotto la seconda serata del Festival di Sanremo. Fabio Fazio, Luciana Littizzetto e Beppe Fiorello salutano la platea dell'Ariston omaggiando insieme Domenico Modugno. L'appuntamento è per domani sera: ricomincia la gara con i 14 big.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017