Excite

Sanremo 2014, Francesco Sarcina ad Excite.it: "In futuro lavorerò di nuovo con Le Vibrazioni"

  • Facebook

Sono passati più di dieci anni dal debutto con Dedicato a te, singolo de Le Vibrazioni che superò le 400 mile copie. Dopo un po’ di anni ma soprattutto dopo tanti successi ora il frontman del gruppo, Francesco Sarcina, prova a fare da solo e la prova del nove si chiama Festival di Sanremo. La prima volta all’Ariston dove canterà “Nel tuo sorriso” e “In questa città”. Noi di Excite.it lo abbiamo raggiunto e ci ha raccontato le sue sensazioni a poche ore dal debutto.

La fotostoria di Francesco Sarcina

Duccio Forzano ad Excite: "Sarà il Festival della bellezza"

Sarai l’ultimo big a salire sul palco dell’Ariston come ti stai preparando?

“Attendo, sto parlando in continuazione che fa bene alla voce (ride, ndr). A parte gli scherzi sono molto contento e sereno, emozionato il giusto anche se dietro il palco sale un po’ di più. Diciamo che mi sto pregustando quel momento quando sarò dietro il palco, quello lì è proprio il momento topico dell’emozione.”

A Sanremo senza Le Vibrazioni, dobbiamo aspettarci un futuro senza di loro?

“Con Le Vibrazioni sono sempre stato l’epicentro di tutta la situazione perché gravitava tutto intorno a me e scrivevo anche le canzoni. Chiaro che un gruppo crea un sound e questo era un marchio di fabbrica de Le Vibrazioni questo non vuol dire che non ci saranno più ma io mi sto facendo il mio percorso. Era doveroso e avevo bisogno di fare questo mio percorso solitario più per conoscere me stesso e non per altro anche perché nel momento in cui ritorneremo a fare un disco, spero e penso più in là, secondo me questa esperienza solitaria porterà più serenità."

Che effetto ti fa?

“Stare da solo è una cosa mi sta gratificando, è un modo diverso rispetto al vedersi attorniato da una band dove c’è molta confusione che a volte ti coccola e a volte ti distrae quindi non è detto che sia per forza una cosa positiva però insomma la band è la band e io sono proband.”

L’album in uscita si intitola “Io” è anche un modo per far conoscere di più Francesco Sarcina mostrando qualcosa che fino ad ora non avevamo ancora visto?

“Si, sicuramente è un modo per far capire che non sono quello delle Vibrazioni ma ho un nome, un cognome e un’identità propria. Sicuramente il disco “Io” perché racconta tanto di me ma come ho sempre fatto, io ho sempre scritto nella stessa maniera perché per me è proprio uno sfogo personale non scrivo tanto per scrivere motivo per il quale non è che le mie canzoni sono in giro che cantano tutti anzi sono uno abbastanza geloso delle sue cose.”

E’ vero che hai dedicato “Nel tuo sorriso” a tuo figlio?

“Certo è la sua canzone, il sorriso di un bambino è una cosa meravigliosa soprattutto quando pensi a un futuro e a quello che sarà quindi siccome crescendo ci sono inevitabilmente delle problematiche e il sorriso viene sempre meno nella crescita di una persona in realtà è proprio una canzone generazionale. Oggi la domanda è ci piace com’è oggi, se non ci piace riflettiamo e dobbiamo essere altruisti e pensare che ci sarà domani e quindi fare qualcosa per un domani migliore e per far si che questo sorriso rimanga.”

So che sei anche scaramantico e che sei un collezionista di occhiali, sono il tuo portafortuna?

“I miei portafortuna sono i miei gioielli, le mie collane. In realtà sono un amante degli occhiali ma non sono il mio portafortuna e non li indosserò sul palco.”

Grazie, in bocca al lupo.

“Crepi anche se ormai sto facendo un lupicidio anche perché sono animali protetti ma crepi il lupo.”

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017