Excite

Sanremo 2014, terza serata: primo Francesco Renga seguito da Arisa, ascolti in miglioramento

  • Getty Images

La terza serata di Sanremo 2014 ha registrato un miglioramento negli ascolti, ma non hanno raggiunto le vette della prima notte di apertura del Festival. Dall'inizio della trasmissione hanno ottenuto il 34,36% dello share, mentre dopo la mezzanotte la percentuale si è alzata di quasi 5 punti raggiungendo il 39,14 dello share. Il Festival si apre come di consueto con Sanremo&Sanromolo di Pif. In giro per Sanremo Pif intervista il pubblico, ma anche i figuranti che sostituiscono nelle sedie tutti coloro che vogliono andare al bagno durante la diretta o magari devono prendere una boccata d'aria. Come già anticipato, viene trasmesso un omaggio al Maestro Claudio Abbado con un video con sottofondo musicale la 5a Sinfonia di Beethoven. Segue l'omaggio dell'Orchestra Filarmonica del Teatro La Fenice diretta dal Maestro Diego Matheuz, allievo prediletto da Abbado. L'Orchestra esegue l'Overture di “Le nozze di Figaro” di Mozart. Matheuz ricorda il suo incontro con Abbado e Fazio cita una sua frase: “la bellezza salverà il mondo, ma lo salverà una persona alla volta”. Un peccato che non sia venuta l'Orchestra Mozart, come comunicato da Fazio in conferenza stampa tempo fa, infatti Abbado aveva dedicato tutta la sua vita a questo progetto, che attualmente soffre per la mancanza di finanziamenti.

Guarda le meglio e peggio vestite della terza serata di Sanremo 2014 da Veronica De Simone ad Arisa

Segue un remix di tutti e 14 brani della sezione Campioni di Sanremo 2014, con l'indicazione dei codici per il televoto. Luciana Littizzetto per questa sera ha messo un tailleur nero, in tema con Fazio, questo Festival continua a contraddistinguersi per la mancanza di colore. Iniziano subito le esibizioni dei Big, nonostante le numerose e tediose pubblicità che intervallano di continuo la trasmissione. I primi ad esibirsi sono Renzo Rubino con “Ora”, Giusy Ferreri con “Ti porto a cena con me” e un improbabile abito. Segue Frankie Hi-Nrg con “Pedala”, poi è il turno di Raphael Gualazzi con The Bloody Beetrots in “Liberi o no”, chiude Cristiano De Andrè con “Il cielo è vuoto.

La Littizzetto fa un monologo incentrato ironicamente sulla bellezza, sensibilizza rispetto al tema dei disabili e dei bambini con la sindrome di down. La Littizzetto passa degli esempi celebri come la "bellissima Gillian, la modella che sta sulla sedia a rotelle", Alex Zanardi che è "un figo pazzesco che riesce a scherzare" e "Lucia Annibali con il volto sfregiato con l'acido dall'ex fidanzato". Fa appello anche a note marche italiane per utilizzare nelle pubblicità i bambini affetti da sindrome di down. A chiudere il monologo della Littizzetto c'è l'artista del Cirque du Soleil, Dergin Tomak. Il ballerino, affetto da poliomelite da bambino, dimostra come, nonostante la malattia e la sua diversità, si possa ballare in maniera incredibile, con eleganza e grande capacità, a sottolineare il messaggio della Littizzetto. Dopo il monologo della Lettizzietto arriva sul palco Frncesco Sarcina con “Nel tuo Sorriso”, canzone dedicata a suo figlio. Sàrcina ricomincia a scattare selfie quando ancora deve finire la canzone. Si è scoperto che il Selfie viene commissionato da Finley di Radio KissKiss, che ogni sera da delle missioni a Sàrcina da svolgere sul palco dell'Ariston.

Scopri gli autoscatti di Franesco Sàrcina in diretta tv dal palco dell'Ariston

È il momento di Flavio Caroli, il critico e storico d'arte, si siede su una sedia a centro palco e parla di Van Gogh e del suo quadro “La notte stellata”. All'arrivo di Fazio si alza una voce dal pubblico, inizialmente sembra una ulteriore intrusione inattesa nel Festival, ma presto si scopre che è un flashmob organizzato. Una serie di finti spettatori si alzano in piedi e iniziano a cantare un medley a cappella, sono gli Shai Fishman and the a cappella alla stars, che donano un momento divertente e fresco di buona musica alla serata. Dopo questo piccolo episodio salgono sul palco i Perturbazione con “L'unica”, seguiti da Francesco Renga con “Vivendo Adesso”, canzone composta da Elisa Toffoli. Chiude Riccardo Sinigallia con “Prima di andare via”.

Scopri il look maschile di Sanremo da Renzo Rubino ad Arbore

Arriva il momento del primo ospite, che altri non è che Renzo Arbore, che si dilunga in battute con e senza Fazio, rubando completamente la scena dopo aver ricevuto il premio spilla ai suoi 60 anni di televisione. Arbore conquista da navigato showman il pubblico con “Ma la notte no”, poi un omaggio a Roberto Murolo con “Reginella” ed infine con “Come Facette Mammeta”, che presenta anche in lingua inglese. Subito dopo una standing ovation per Arbore si torna alle esibizioni dei restanti Big. Parte Noemi, con cambio di abito e pettinatura, che canta “Bagnati dal sole”. Segue Antonella Ruggiero con “Da Lontano”, Arisa con “Controvento”, Ron con “Sign in the rain” e chiude la sezione Campioni Giuliano Palma, sempre provvisto di occhiali da sole, con “Così lontano.”

Guarda le foto e la biografia di Rocco Hunt

Prima dell'ospite internazionale sale sul palco l'astronauta italiano Luca Parmitano, che legge una lettera parlando della bellezza vista dallo spazio e di quella di tutti i giorni, più semplice e quotidiana. Arriva il momento del cantautore scozzese Damien Rice che esegue due sue brani: Cannonball e The Blower's Daughter. Subito dopo si arriva finalmente ai giovani, sempre relegati alle ore più tarde del festival. Si esibiscono sul palco Rocco Hunt con “Nu juorno buono”, Veronica De Simone con “Nuvole che passano”, The Niro con “1969” e Vadim con “La modernità” e una strana sciarpa. Alla finale delle Nuove Proposte passano:

  • The Niro
  • Rocco Hunt

Rocco Hunt ha raccolto un grande consenso su internet, la rete continua a parlare di lui e a tifare per la sua vittoria. Sia Rocco che The Niro si esibiranno domani con Diodato e Zibba per concorrere al titolo della sezione giovani.

Chiuso il televoto arrivano i primi risultati per la sezione Campioni, che peseranno per il 25 % sul totale del giudizio finale. Il restante 50% sarà deciso dalla Giuria della Stampa e infine l'ultimo 25% sarà nuovamente affidato al televoto. Gli ultimi posti sono stati fortemente fischiati e seguiti da “buu” del pubblico del teatro. I più fischiati sono stati Frankie Hi-Nrg, Ron, Francesco Sàrcina, Riccardo Sinigallia e super fischi per la scelta di Noemi, relegata anche lei al fondo classifica. Questa la classifica provvisoria per la sezione Campioni:

  • 1. Francesco Renga
  • 2. Arisa
  • 3. Renzo Rubino
  • 4. Perturbazione
  • 5. Raphael Gualazzi e The Bloody Beetrots
  • 6. Cristiano De Andrè
  • 7. Giusy Ferreri
  • 8. Antonella Ruggiero
  • 9. Noemi
  • 10. Riccardo Sinigallia
  • 11. Francesco Sarcina
  • 12. Giuliano Palma
  • 13. Ron
  • 14. Frankie Hi-Nrg

Guarda il video di The Blower's Daughter di Damien Rice

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017