Excite

Sanremo, la grana dei cachet

Problema compensi a Sanremo. A tenere banco in questi giorni festivalieri è la grana dei cachet da elargire a Pippo Baudo, Michelle Hunziker e ai loro super ospiti.
Il problema è che la nuova Finanziaria ha fissato un limite di 250mila euro ai compensi dei dirigenti delle società pubbliche non quotate, inclusa la Rai, dei dirigenti pubblici esterni e dei consulenti dei ministeri. Il tetto sulle retribuzioni impedirebbe l'emolumento di circa milione di euro prestabilito (con qualcosa di più per Baudo).

In queste ore si sta lavorando febbrilmente per trovare una soluzione anche se i tempi stringono e di ipotesi ce ne sono ben poche al momento.
Certamente la nuova Finanziaria ha complicato il fattore economico dell'edizione in corso, soprattutto se paragonata a quella passata quando, senza vincoli di alcun genere, Panariello si portò a casa un milione di euro, Ilary Blasi 500 mila, Victoria Cabello e John Travolta 400 mila.
Paolo Bonolis, qualche edizione fa, percepì 5 milioni di euro, che però comprendevano le esibizioni degli ospiti, tra cui i 350mila di Mike Tyson.

Altro discorso quello relativo al cachet dei musicisti dell'orchestra dell'Ariston. Quest'anno si sono visti dimezzare lo stipendio: per 40 giorni (le 5 serate più i giorni di studio) prenderanno 1800 euro, contro i 3mila e 700 degli anni scorsi: poco meno di 50 euro al giorno. Vitto escluso.

Fra gli ospiti intanto è stata confermata la presenza di Luciana Littizzetto, Ficarra e Picone, Gianna Nannini, Franco Battiato, Tiziano Ferro e Renato Zero.
Escluse invece le star internazionali Michael Douglas, Catherine Zeta Jones, Morgan Freeman e Liza Minelli.
Ancora in forse i Take That, Michael Jackson e le Scissor Sister.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017