Excite

Sanremo, la seconda serata

Superato il ciclone Benigni, la seconda puntata di Sanremo spera di bissare gli ascolti – più di 14 milioni davanti la tv - e, orfani di Mina, esordisce regalando le immagini del film Amadeus.

Guarda le foto della seconda serata

A queste, dal palco dell’Ariston, si mescolano le note del Requiem di Mozart e di "Another brick in the Wall" dei Pink Floyd con il coro Jubilate, prima di dare il via alla gara. I primi, Alexia e Mario Lavezzi, tentano nuovamente di convincere con la storia di Biancaneve nei panni di strega cattiva.

Ed è subito il momento della presenza femminile: Eleonora Abbagnato in un abito a sirena in lamè argento, regina della danza classica e prima ballerina all’Opéra di Parigi. Sicuramente più capace del disastro Alessia Piovan.

Guarda le immagini di Eleonora Abbagnato

Riappare Povia, qualcuno in sala porta il tempo battendo le mani e non è da escludersi un piazzamento sul podio. Poi, il veterano Albano e l’ennesimo show dell’American Man Luca Laurenti e la sua "New York New York".

Gli sposini Nicolai-Di Battista chiedono ancora una volta "Più sole", mentre Sal Da Vinci – o meglio Sal Da Lessio, per Gino Castaldo de La Repubblica - è sempre più la copia del suo autore, il nazionalpopolare Gigi.

Si corre: Eleonora Abbagnato parla in siciliano con Bonolis e sentenzia: "Mi manca la Sicilia", i Gemelli diversi son vestiti da ragazzi quasi perbene. E sulle note di George Michael, appare la bellezza maschile, questa sera israeliana. Si chiama Nir Lavi , "il modello dagli occhi che parlano", come spiega Bonolis. Ancora gara: il trio Pupo-Belli- Youssou N'dour-l’uomo-in-rosso, la romanza di Francesco Renga e Marco Masini con l’Italia che aspetta la sua storia d’amore.

Guarda le immagini di Nir Lavi

E dopo un siparietto di Bonolis e Laurenti stile Il senso della vita con pubblico in piedi al momento di "Tanto pe' cantà", arriva Patty Pravo in versione dark lady.

Finalmente uno dei momenti più attesi: l’omaggio a Fabrizio De André nel giorno del suo compleanno. Particolare la formazione: Pfm, Stefano Accorsi e Claudio Santamaria, il più bravo. E ancora musica: Marco Carta, Fausto Leali, Dolcenera in look giappo e lunghe ciglia finte. Fine dei Campioni.

La Abbagnato danza, Bonolis fa il palo, Alessandro Haber legge Paolo Giordano per il momento letterario del festival, e si parte con i Giovani. Cinque minuti prima della mezzanotte esordisce Silvia Aprile, "sponsorizzata" da Pino Daniele con "Un desiderio arriverà". Chiara Canzian, figlia dei Pooh, propone "Prova a dire il mio nome", mentre Karima ha una canzone baciata da Burt Bacharach, "Come in ogni ora". Chiudono la matura Iskra, meglio nota come la corista di Lucio Dalla, con "Quale amore", la biondissima e urlatrice Barbara Gilbo con "Che ne sai di me", e la bizzarra Arisa e la sua "Sincerità".

In anticipo sulla tabella di marcia, ecco i tre eliminati alla vigilia del ripescaggio: Albano, Sal Da Vinci e Nicolai-Di Battista.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017