Excite

Sanremo, polemiche prima dei big

Il 57esimo festival di Sanremo è alle porte, tempo di selezioni.
Pippo Baudo e la commissione artistica hanno lavorato alacremente in questi giorni per scegliere il gruppo di venti “big” (oltre duecento le canzoni arrivate nella sede Rai di viale Mazzini) che prenderanno parte alla manifestazione.

I nomi dei cantanti saranno resi noti domenica sera, al massimo lunedì, ma già fanno capolino le prime indiscrezioni.
Secondo la Ign, testata online del gruppo AdnKronos, è sicura la presenza di Giorgia, e Irene Grandi, come quasi scontata sembra la partecipazione di Roby Facchinetti e suo figlio Francesco che daranno vita ad un inedito duetto, mentre per la serata di venerdì è atteso anche Renato Zero.

Hanno dato forfait Samuele Bersani (leggi la nostra intervista), Neffa e Gigi D’Alessio, assente sarà anche Riccardo Maffoni, vincitore della passata edizione di Sanremo giovani, le sue dichiarazioni (raccolte dal sito de Il Meridiano) sono al veleno: “Pochi giorni prima della scadenza per la domanda di partecipazione al Festival - si sfoga Maffoni - mi è stato detto che la Warner aveva deciso di non presentarmi a Sanremo; ho pensato che fosse assurdo, del resto la cosa più ovvia che una casa discografica può fare è iscrivere a un suo artista, a maggior ragione se questo ha vinto la categoria giovani. Mi hanno detto che avevano parlato di me a Pippo Baudo e che lui non mi riteneva un personaggio idoneo al festival. Mi è stato detto che dopo il festival la promozione ha faticato a lavorare perchè questo mio non essere televisivo non ha aiutato le cose. Mi è stato detto che sono una persona fuori dalla norma, che vivo in un mondo tutto mio, che sono una persona fragile. Essere sul palco di Sanremo quest’anno - continua Maffoni - poteva essere l’inizio del mio nuovo cammino artistico, ma, evidentemente non è questo quello che pensavano i miei discografici. Così alla fine ho deciso di mandare i pezzi da solo”.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017