Excite

Semifinalists - s/t

Etichetta: V2  -  Voto: 5
Brano migliore: Origing Song
 
Band mista, male-female, i Semifinalists di Londra si formano attorno al progetto di colonna sonora per un film indipendente (per inciso girato dagli stessi componenti della band) che non è altro che lossatrura di questo (eponimo) esordio discografico.
Lalbum non è affatto male ma Non convince del tutto.

Ciò che si trova tra i solchi è un suono, prettamente english (nonostante le origini dei tre siano tutt'altro che britanniche), fatto di brillanti chitarre effettate adagiate su un letto di tastieroni e batterie elettroniche che creano quellatmosfera un po anniottanta che va tanto di moda. Eppure lingenuità che si percepisce nelle canzoni fa immaginare che leffetto non sia studiato a tavolino bensì frutto della voglia di suonare musica pop cercando (in tutti i modi) di restare lontani dagli schemi classici della musica pop.
Onirici ed ironici al punto giusto, i Semifinalists  hanno forse solo un piccolo difetto che, basandoci sulle capacità artistiche e musicali, andrà sicuramente affievolendosi col tempo: le canzoni, quasi tutte, hanno una struttura sghemba e strampalata.
Non brutta, intendiamoci, tuttaltro. Semplicemente viene da pensare che leffetto o famo strano sia sopra il livello di dosaggio. Non ci sono quasi mai strutture classiche da canzonetta. Poche sequenze strofa-ritornello-bridge-ritornello e, al contrario, un continuo inseguirsi di riff, cantati, guizzi e cambi di direzione che rendono queste canzoni particolarmente bislacche.
Alla fine dei (soli) 35 minuti dellalbum, gira la testa. La voce di Adriana Alba è davvero molto interessante, si riconosce lo stile e la bravura dei ragazzi, se ne intuisce anche lintenzione  pop ma non cè una sola canzone che rimanga in testa.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017