Excite

SimianMobileDisco - Attack Decay Sustain Release

Etichetta: Wichita - Voto: 6
Brano migliore: Hustler

I Simian Mobile Disco sono in due e si chiamano entrambi James. Ford e Shaw i loro cognomi. Sono disc-jockey e remixer piuttosto accreditati in Patria (Regno Unito) e sufficientemente furbi per essersi autoinclusi nel filone più trendy della musica britannica (Nu-Rave).

Attack Decay Sustain Release (Wichita) è il loro primo full-length e sta letteralmente scompigliando le classifiche inglesi. Quelle indie, quelle dance e, ovviamente, quelle ufficiali.
Assieme a Arctic Monkeys (il cui ultimo disco è prodotto da James Ford e coi quali, si vocifera, è prevista a breve una collaborazione), sono il gruppo più amato dai giovani inglesi. Se la tradizione non li tradisce, c’è da scommetterci che prima o poi lo saranno dei giovani di tutta Europa.

Il disco non è niente di che ma è tuttavia molto piacevole. Ricco di campionature e frasi rubacchiate qui e là (Dai New Order a Donna Summer) sembra avere l’unico scopo di farci muovere il bacino. Che i due ragazzi abbiano molta familiarità con il compute-recording appare piuttosto evidente. Che sappiano lavorare col mixer è fuori discussione così quanto è inoppugnabile il loro fiuto per la musica da ballo.

Ciò che manca è un po’ d’inventiva, chissà… forse non è nemmeno richiesta. Intendo dire che SMD non hanno probabilmente le velleità di LCD Soundsystem o dei maestri New Order. Il loro legame con Kitsuné Music, difatti, parla piuttosto chiaro sul basso profilo scelto per mettersi in luce. Il loro è un disco da ballare nella miglior tradizione del genere. Una tradizione (tra l’altro condivisa degli inglesi proprio con noi italiani) che è fatta di musica da ballo creata a tavolino, pezzi di plastica nera frutto di ingegneri si sala d’incisione e di turnisti al servizio di colpacci da dancefloor talmente paralleli allo stardom (ma con vendite e fatturati da capogiro) da riuscire a sbaragliare nei club senza superstar nè passaggi televisivi, video e quant’altro.

Ovviamente già porsi in questi termini è diventata la chiave di volta che ha reso i Simian le superstar che non sarebbero dovuti diventare ma il gioco è carino. Ogni brano, infatti, ha caratteristiche derivate dalle migliori scuole dance: dall’electropop di squisito gusto british, con battito preciso e mai troppo elevato (siamo tra i 100 e i 140 bpm come massimo), ai suoni molesti e cigolanti della vecchia acid-house di Chicago, passando dalle rigide tessiture del balearic sound fino alle impietose divagazioni nei territori sperimentali elettronici degli anni 80. Non c’è mai grande ricerca, il disco va dritto allo scopo ed è perfetto.

I disc jockey l’adoreranno e i teenagers non potranno passare quest’estate senza averlo nell’iPod. Non siamo immuni nemmeno noi che abbiamo superato la quarantina. Attack Decay Sustain Release è una bomba infettiva. Se vi prende non vi molla! Provatelo nell’autoradio quando andrete a Gabicce in vacanza con tutta la famiglia, oppure a tutto volume mentre passate l’aspirapolvere.
Se poi comprate l’edizione limitata, avrete in regalo un secondo CD con i brani dell’album mixati tra loro in una scoppiettante sequenza, senza soluzione di continuità, perfetta per festine sulla spiaggia o… nel tinello.
E poi, diciamocelo, in quest’oceano di orrende grafiche, Simiam Mobile Disco si sarebbero guadagnati la nostra simpatia e il nostro rispetto anche solo per la bella copertina.



musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017