Excite

Sinead O’Connor annuncia il suicidio su Facebook per ovedose. Ma ora è sana e salva

  • Instagram

Che il suo nome sia spesso legato a stravaganze e polemiche non è una novità. Ma stavolta Sinead O’Connor ha fatto sul serio e tenuto familiari e fan di mezzo mondo con il fiato sospeso. Un post su Facebook in cui annunciava l’imminente suicidio, stanotte, ha messo tutti in allarme, soprattutto perché la cantante non si trovava in casa.

C’è voluta più di un’ora perché, dalla pubblicazione di quelle righe social, le autorità potessero rintracciarla e dare notizie sulla sua salute. Nel messaggio, rimosso da Facebook, si leggeva: “Le ultime due notti mi hanno distrutto. Ho assunto un’overdose. Finalmente vi siete sbarazzati di me. Non sono a casa, sono in un hotel da qualche parte in Irlanda, sotto un altro nome”.

Invece qualcuno è riuscita a soccorrerla e portarla in ospedale dove ora si trova ricoverata per ricevere le cure necessarie. I media irlandesi, infatti, hanno rassicurato tutti: è sana e salva. 49 anni a dicembre, la pop star aggiunge l’ennesimo episodio off limits ad una vita particolarmente tormentata.

L’ultimo periodo, sicuramente, non è stato dei più felici considerando che lo scorso ottobre aveva dichiarato di doversi sottoporre ad una isterectomia (asportazione dell’utero) e di voler cancellare il tour previsto per l’estate. Non solo. Sinead aveva annunciato di voler mettere un punto al capitolo musica nella sua vita. Una scelta che lascia disorientati soprattutto considerando che “I’m Not Bossy, I’m the Boss”, l’ultimo lavoro discografico lanciato nel 2014, è stato considerato come uno dei migliori in assoluto nella sua lunga carriera.

Lorenzo Palasport 2015-2016, racconto di un concerto

Una vita in tempesta e un successo che l’accompagna sin dagli anni Ottanta, la O’ Connor ha fatto spesso parlare di sé alla voce provocazione. Indimenticabile il 1992, quando, durante il Saturday Night Live, cantabdo “War” di Bob Marley strappò in diretta una foto di papa Giovanni Paolo II al grido di “Fight the real enemy”. Un gesto estremo scontato al prezzo del consenso del pubblico. E agli affari della Chiesa non rimase mai estranea, in nome di un impegno sociale portato avanti a volto scoperto. Al punto che, alla fine degli anni Novanta, Sinead venne ordinata prete da un movimento cattolico indipendente col nome di Madre Bernadette Mary.

Non si fece sfuggire la ghiotta occasione delle “dimissioni” di Papa Benedetto XVI: Madre O’ Connor, tramite Facebook, si congratulò con l’uscente Santo Padre per la “saggia decisione di andare in pensione prima che il peggio di ciò che è successo in questi anni venga scoperto”.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017