Excite

Sing-Sing Cocciante, condannato per frode fiscale

Parafrasando un verso della più famosa canzone di Riccardo Cocciante: "se stiamo insieme ci sarà un perchè" diventa: "se finisci dietro le sbarre ci sarà un perchè". E il perchè che ha condannato, in via definitiva, il cantautore a tre anni di carcere (con la condizionale), si chiama: "frode fiscale ai danni dell'Erario francese".

Secondo i giudici parigini il famoso cantante italiano è colpevole di aver mentito in relazione alla sua dichiarazione delle tasse dell'anno 2000. Cocciante dichiaró di aver guadagnato solo 9.300 euro, contro i sei milioni di euro che ha invece incassato secondo il Tribunale transalpino.

Un reddito proveniente soprattutto dal successo della commedia musicale "Notre-Dame de Paris", che aveva fatto più di 6 milioni di spettatori in Francia e all'estero. Cocciante aveva più volte respinto l'accusa, manifestando la sua "buona fede" e affermando che in quel momento era residente in Irlanda e che per tanto non doveva dichiarare l'intero suo patrimonio all'Amministrazione francese.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017