Excite

Stefano Bollani miglior musicista jazz del 2010

D'altronde è il più estroso, bizzarro e creativo sulla piazza. Il pianista Stefano Bollani è stato eletto miglior musicista del 2010 da Musica Jazz, la più importante rivista italiana di informazione e critica musicale specializzata nel settore. Ogni anno, dal 1982, il magazine raccoglie una giuria di esperti per esaminare e votare i migliori musicisti del jazz italiano contemporaneo.

Oltre a Bollani sono stati segnalati Francesco Bearzatti con il Tinissima Quartet per il cd e formazione dell'anno, la contrabbassista Silvia Bolognesi come miglior talento dell'anno e i musicisti Danilo Rea (tastiere), Rosario Giuliani (sax), Paolo Damiani (arrangiatore), Roberto Cecchetto (chitarra), Danilo Gallo (contrabbasso), Fabrizio Bosso (ottoni) e Roberto Gatto (batteria).

La popolarità di Stefano Bollani sorpassa ormai da anni gli steccati della pur florida scena jazzistica italiota. Il compositore e musicista milanese, classe 1972, è in sella da quasi una ventina d'anni. Ha iniziato nel 1993 con alcune esperienze nel pop (Irene Grandi, Raf, Jovanotti) per poi virare subito verso il genere che predilige. Ha collaborato con dei giganti del settore come Lee Konitz, Pat Metheny, Enrico Rava, Chick Corea (memorabili gli ultimi duetti pianistici in scena nei mesi scorsi in varie città italiane) e molti altri. Già nel 1998 Musica Jazz l'aveva incoronato miglior talento emergente. Ne è passato di tempo, durante il quale Bollani ha pubblicato decine di dischi: da I visionari a BollaniCarioca fino a Stone in the water. Molti anche i lavori su di lui: un testo imprescindibile per avvicinarsi al personaggio è La sindrome di Bollani (Vanni editore, 2009), scritto da Valentina Farinaccio, Marco Sutera e Vincenzo Martorella, con una prefazione di David Riondino e una postfazione di Enrico Rava.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017