Excite

Supergrass Supergrass is 10: The Best Of 94-04

Etichetta: Parlophone/Emi Voto: 6.5/7
Brani Migliori: Moving Richard III Alright
 
Era il 1994. Gli orribili occhiali da sole a goccia di Arrigo Sacchi sfidavano il buon gusto, lItalia perdeva i mondiali ai rigori, mentre il mondo del rock perdeva langelo biondo di Seattle che in pochi anni laveva rivoltato come un calzino.
Si riparte da zero, si cambia sponda delloceano. Nella stessa estate escono Definitely Maybe degli Oasis e Parklife dei Blur.
Giornali e fan hanno di nuovo un fenomeno da spolpare: il Brit-Pop.

 
In ottobre i Supergrass, capitanati dallallora diciottenne Gaz Coombes, pubblicano in UK il loro primo singolo Caught By The Fuzz. Ma è lestate successiva con Alright (We are young, we run green / Keep our teeth, nice and clean / See our friends, see the sights, feel alright), motivo acerbo, stronzetto e irriverente che sfonda in mezza Europa, che si comincia a parlare di loro.
Nel gioco del catalogo, dove i Blur erano gli intellettuali, i Pulp e gli Suede (le buonanime!) quelli glamour, gli Oasis gli antipatici e i Verve i maledetti, i Supergrass diventano semplicementi quelli brutti.
E onestamente ce nera ben donde per giustificare questa definizione.
 
Sfogliando questa raccolta, tuttavia, si scopre che i Supergrass sono anche e soprattutto altro. Una facilità di scrittura impressionante, una capacità di attingere al manuale di storia del rock (ovviamente inglese) con rara intelligenza, originalità ed uno stile riconoscibilissimo, fanno di questa antologia che raccoglie il meglio dei quattro album della band un piccolo gioiellino da non lasciarsi scappare.
Ci si imbatterà in più di una perla: la già citata Alright, la stonesiana Pumpin Up Your Stereo (che sembra letteralmente cantata da Jagger), la cattivissima Richard III, poi Mary con il suo coretto irresistibile, Going Out (nipotina di Sergent Pepper), la psicadelica Lenny e soprattutto la geniale Moving, una delle vette più alte mai raggiunte negli ultimi dieci anni dal pop inglese.
 
In tempi dove basette e pettinature indecenti che fanno molto vintage imperversano nei nostri lettori cd, riconosciamo almeno il merito a chi prima di tutti (beata gioventù) ha avuto il coraggio di ripescare dal baule degli orrori tali acconciature.

Supergrass ha (solo) 10 anni, per crescere cè ancora tempo.
Auguri.
 
 
In rete:

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017