Excite

Supersystem - A Million Microphones

Etichetta: Touch And Go   -   Voto: 7.5

Brano migliore: White Light / White Light

 

Ascoltando A Million Microphones secondo capitolo della band da quando ha assunto il nome Supersystem (ma in realtà quinto se consideriamo i tre pubblicati come El Guapo), viene da chiedersi come mai questi ragazzi non siano ancora delle superstar.

 

di Joyello

 

Gli elementi ci sono tutti: cassa in 4, riff accattivanti, melodie catchy, trasgressione, sesso e impegno sociale senza contare che addirittura i Rapture hanno voluto smanettare su un loro pezzo (producendo lo strepitoso remix di Miracle). Con gli stessi ingredienti la loro concittadina Madonna sarebbe già in testa alle classifiche. Supersystem, invece, stanno più a loro agio nella bambagia dellunderground preferendo la libertà espressiva offerta da Touch&Go alle probabili restrizioni di qualche multinazionale più in vista.

Questo nuovo album, come consuetudine a base di destrutturazioni electro, pattern hip-hop, divagazioni punk ed il solito precisissimo studio sulle armonie vocali, si presenta sotto forma di  undici pezzi di natura ed origini tra le più disparate, unite dallincredibile disinvoltura con la quale il gruppo riesce a passare da unispirazione  allaltra senza apparire mai disomogeneo.

Not The Concept, lottimo apripista, è dance; The Pinnacle of Experience ha un sottile retrogusto hip-hop; Eagles Fleeing Eyries è talmente pop da sembrarci perfetta, con quella sinuosa arpa elettronica che ne delinea landamento melodico, nellimmaginaria interpretazione di Kylie Minogue;  The Only Way It's Ever Been Done è caciarona quanto basta  e, con tanto di trombe da stadio, fa un bel paio con la tribale Joy; il singolo White Light / White Light, infine, è un irrefrenabile esempio di punk-rock di oggidì, perfetto tanto per il dancefloor quanto per il pogo sotto il palco (QUI il video).
Insomma a voi decidere quale sia lelemento che vi farà comprare A Million Microphones. Nella sua musica pop per palati fini, ce nè per tutti i gusti. Scegliete voi se amare di più la poliedricità stilistica, il gusto per i suoni o la profondità del gioco ritmico cassa-rullante-basso che non riesce a darci un minuto di tregua per tutta la durata dellalbum. Qualsiasi sia la vostra scelta, sono certo, non vi deluderà e potrete dire di non essere stati così stolti da rimanere indifferenti ad una delle più interessanti band di questo inizio secolo.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017