Excite

Taylor Swift vince conto Apple: le pagherà il periodo di prova

  • GettyImages

di Laura Abbate

La battaglia legale tra la cantante Taylor Swift e la Apple è giunta a conclusione e ad avere la meglio è stata proprio la giovane pop star: l'azienda di Cupertino infatti pagherà agli artisti i diritti dei loro brani caricati nella sezione "Music" per i tre mesi di prova. Tutti gli artisti, emergenti e non, infatti avranno un lauto compenso per aver messo a disposizione di Apple i loro brani. "Non lo faccio per me ma per il giovane cantautore che ha fatto debiti per far uscire il suo album e che magari avrebbe potuto rimborsarli con le royalties guadagnate dal servizio" aveva detto la Swift quando aveva deciso di imbarcarsi in questa avventura legale contro il colosso Apple. "Trovo la decisione sconvolgente e deludente, ma soprattutto non in linea con un'azienda storicamente progressista e generosa" spiegava ancora la pop star.

Grazie al suo coraggio le cose da oggi cambiano. "Sono euforica e sollevata, ci hanno ascoltati" ha detto dopo il verdetto che è stato confermato su Twitter anche da Eddie Cue che ha scritto. "#AppleMusic will pay artist for streaming, even during customer’s free trial period" cioè "AppleMusic pagherà gli artisti anche per il trimestrale periodo di prova". La Swift aveva scritto una lettera aperta, in cui chiedeva una regolamentazione più adeguata. Sì, la cantante non ha avuto paura di metterci la faccia. "Sono sicura che ne siete a conoscenza. Quello che forse non sapete è che Apple non pagherà i diritti per il periodo gratuito. Tre mesi sono un periodo lungo per non essere retribuiti ed è ingiusto chiedere a chiunque di lavorare senza ricevere niente in cambio" scriveva. Inoltre, Taylor aveva addirittura minacciato di ritirare il suo album "1989" qualora non si fosse arrivati a una decisione simile. E' una svolta storica per il mondo della musica che si sta digitalizzando sempre di più e che senza l'acquisizione di certi diretti, anche in termini pecuniari, potrebbe perdere il gusto stesso di fare musica.

Taylor Swift, il video di Bad Blood

Ma che cos'è Apple Music? E' un nuovo servizio che la Apple lancerà a partire dal 30 giugno e che permetterà agli utenti di ascoltare la musica in streaming. Una sorta di nuovo Spotify che mira infatti a catturare utenti sullo stesso mercao. Nonostante la pubblicità della sezione fosse a pagamento, non era previsto fino ad oggi alcun compenso per gli artisti che avessero voluto investire sul servizio.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017