Excite

The National - Boxer

Etichetta: Beggars Banquet - Voto: 7
Brano migliore: Guest Room

Boxer è l’ennesimo disco ad affondare le radici nella prima new wave inglese (i soliti Joy Division, qualche vago sapore di The Chrome con reminescenze di Section25) sebbene ciò non sia sufficiente per etichettare The National nel marasma dell’80’s revival.
Consiglio di dare una chance al loro nuovo microsolco poiché al suo interno si può sentire qualcosa di veramente interessante.

Principalmente la bella vocalità di Matt Berninger, che ha un retrogusto nostalgico assieme a una timbrica davvero personale, ma soprattutto una certa qualità del songwriting, denso di sfumature e di trovate che danno spessore all’intero album.
D’accordo, qui e là si potrebbe ancora smussare qualche angolo e forse un piglio un po’ meno cerebrale giocherebbe a favore dell’ascolto che, così, appare talvolta un po’ troppo impegnativo ma, se avete il tempo e la voglia di affrontare Boxer con l’impegno che merita, vi accorgerete di alcune autentiche perle musicali come Squalor Victoria o Guest Room che hanno nella ricercatezza della scrittura e nell’esilità apparente dell’arrangiamento i punti di forza che maggiormente affascinano e avvincono.

E’ un disco crudo e puro, fatto di canzoni glaciali e dirette che occhieggiano al passato solo per associazione. Se è inevitabile farsi venire in mente le scorbutiche liriche di Ian Curtis, ci si accorge spesso che ad evocarle non sono sonorità o imitazioni bensì quell’attitudine simile e altrettanto amara alla vita, che ha forse l’unico difetto di arrivare con poca facilità al cuore di chi non sia più un adolescente.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017