Excite

Tiziano Ferro: "Roma, ti aspettavo da anni"

"Era una serata che aspettavo da tanti, tanti anni. Non sapete che spettacolo siete, visti da qui". Effettivamente il colpo d'occhio della curva sud, dei distinti e del parterre, ieri sera, era di quelli da grande evento. Doveva esserlo ancor di più da una delle tante scalette che compongono il megapalco del concerto di Tiziano Ferro., posizione privilegiata. In splendida forma – quattro cambi d'abito in 120 minuti – il cantautore s'è preso con grande professionalità e con uno spettacolo praticamente prefetto quel che gli mancava: lo stadio Olimpico di Roma.

Ferro, 'Tanto pè cantà' all'Olimpico su Excite Video

Clicca qui per comprare i biglietti dei concerti di Tiziano Ferro

Sold out ieri sera per un pubblico davvero trasversale: coppie, ragazzi e ragazzine, mamme e amanti, zii romanticoni e cugine fuori tempo massimo. In curva anche Giorgio Panariello e il papà di Tiziano Ferro, Sergio. Stasera si replica per poi continuare col tour (il 27 a Cagliari e il 30 a Palermo). Due ore pienissime di musica, interrotte da pochissimi interventi della grande voce di Latina. Due dei quali per ricordare il lavoro dell'Avis e il progetto verde con l'Enel che attutirà l'impatto del tour estivo.

Guarda le foto di Tiziano Ferro

Ventiquattro canzoni, tutte le hit: Ferro apre intimista con La tua vita non passerà, continua con Stop! Dimentica, L'olimpiade, La paura non esiste, Imbranato, Indietro. E poi ancora, coadiuvato da due breakers straordinari che volano, non ballano: Rosso relativo, Ed ero contentissimo, Ti voglio bene, La traversata dell'estate, l'ormai mitica Xdono, il culmine della serata Sere nere,E fuori è buio, Fotografie della tua assenza, Per un po' sparirò, Xverso e via via fino Alla mia età e Non me lo so spiegare.

Solo per Roma ("Il pubblico che da sempre mi tratta meglio di tutti"), due sorprese: Non ti scordar mai di me, scritta per Giusy Ferreri, e "quello che era un sogno, sin da quando ero piccolissimo e ancora non sapevo che avrei fatto il cantante": la chiusura, a squarciagola con tutti i fan, affidata a Tanto pe cantà, lo storico pezzo romanesco scritto da Ettore Petrolini e rimasto nell'immaginario di tutti per l'interpretazione dell'indimenticabile Nino Manfredi.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017