Excite

Trivium - The crusade

Etichetta: Roadrunner Records - Voto: 7+
Brani migliori: And Sadness Will Sear, Contempt Breeds Contamination

Ebbene si, io che generalmente tendo ad andare in controtendenza rispetto al parere degli addetti ai lavori riguardo alla recensioni di un album...questa volta mi schiero con la gran parte dell'opinione pubblica in merito a questo terzo lavoro di questi ragazzotti della Florida, i Trivium: The Crusade è un signor album!


a cura di Sabotatore

Venuti alla ribalta mondiale con il precedente album, Ascendancy, il primo prodotto per la Roadrunner (non che il primo album in assoluto, Ember to Inferno del 2003 fosse un flop...tutt'altro), questo ultimo lavoro non fa che confermare quanto di buono fatto i precedenza.
The Crusade (termine, "la crociata", usato apposta per significare la crociata intrapresa dai Trivium in tutto il mondo per diffondere la loro musica negli ultimi 2 anni) è un'album che vi lascerà senza fiato, un'ora scarsa di metal-core, future-thrash che va sparata senza pietà nelle casse o nelle cuffie di chi lo ascolta.
Travis Smith alla batteria è una macchina da guerra, senza pietà mena su ogni parte dello strumento, non è azzardato affermare che sembrano esserci due batteristi nel gruppo; i due chitarristi e vocalist Beaulieu e Heafy (con quest'ultimo in gran forma) dominano la scena con riff pesanti come macigni e assoli che ormai non si sentono quasi più, accantonati dal fenomeno Nu Metal; al basso Paolo Gregoletto fa il suo dovere...in sintesi, questi 4 ragazzi poco più che ventenni sono tecnicamente dei mostri, e l'elevato tasso tecnico fa si che questo album sia su uno standard ottimo.
Dopo essere stati headliner in diversi festival sparsi per il mondo, in tour con gli Iron Maiden, l'esercito dei fan dei Trivium non fa che ingrandirsi e proprio grazie alle grandi prestazioni live che il gruppo ha espresso in ogni palco calpestato.
Album registrato nella loro casa madre in Florida, The Crusade rispetto al precedente album è forse meno brutale (non che questo sia tranquillo eh...), e spicca principalmente il mutamento del frontman, Heafy, che rinuncia al cantato in growl per passare a nuovi stili vocali, molto vicini all'Hetfield dell'epopea di Master Of Puppets...cambiamento personalmente molto apprezzato, in quanto le parti vocali sono migliorate di molto.
Per venire ai pezzi che compongono questo bell'album, ho messo come preferiti And Sadness Will Sear, forse il pezzo meno tirato dell'album, ma sicuro di ottima fattura, e Contempt Breeds Contamination, questo si devastante...d'altronde, come il resto delle altre canzoni che compongono l'album...un'album decidamente da acquistare se siete amanti del metal estremo ma suonato da chi ha tecnica da vendere!

In conclusione, se proprio devo trovare un difetto ai Trivium di quest'album è che paradossalmente non hanno difetti, e che forse per loro è giunta l'ora di proseguire nella crescita e di staccarsi un po' dalla radice che li lega al metal alla Iron Maiden o Testament...perchè forse tendono troppo spesso a ripercorrere le gesta di questo tipo di band; quello che spero è che nel loro prossimo lavoro completino il cammino verso la maturità artistica e intraprendano una strada loro, se così sarà i Trivium diverranno presto un icona del Metal contemporaneo, perchè hanno tutti i mezzi tecnici per esserlo.


In rete:
- Il sito ufficiale dei Trivium
- Foto dei Trivium
- Ti piacciono? Ascolta anche: Testament, Devildriver, Judas Priest

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017