Excite

U2 a Milano, 26 pezzi e tanta politica

E allora, in pieno G8, Bono non poteva esimersi ieri sera, alla fine della prime delle due tappe milanesi del 360° Tour, dal dedicare One a Silvio Berlusconi, facendo presente a quest’ultimo come non abbia mantenuto le promesse sugli aiuti da destinare ai Paesi poveri.

Il leader degli U2 – che per il resto è stato conciso e ha evitato filippiche politiche affidando ai maxischermi i messaggi più importanti – ha detto ai 77mila presenti a San Siro come non sia sua intenzione offendere Berlusconi come persona, e tanto meno l’Italia, ma non ha potuto tenere per sé come manchi verso Berlusconi il suo rispetto come premier.

L'avvio è stato invece dedicato a Michael Jackson, in particolare Angel of Harlem, e nel corso della serata un’altra canzone è stata virtualmente spedita al premio Nobel per la pace, l'attivista birmana Aung San Suu Kyi.

Una scenografia avveniristica e imponente, l'ormai celebre The Claw, cioé l'artiglio, il gigantesco palcoscenico circolare con quattro bracci, ha accolto alle 21,15 il quartetto irlandese. Che ha attaccato proponendo proponendo una prima tranche di brani tratti da No Line on the Horizon, il loro ultimo disco. Alla fine sette pezzi tratti da quel lavoro.

Il concerto, poi, ha seguito le orme di quello d'esordio a Barcellona: apertura con Breathe e No Line On The Horizon. Poi, avanti con Magnificent, Beautiful Day, Angel of Harlem, City of Blinding Lights, Vertigo, l'indimenticabile Sunday Bloody Sunday, Walk On, One e la chisura definitiva con Moment of Surrender.

"Io scrivo canzoni - ha concluso Bono sul G8 e su Berlusconi - ma lui scrive la storia e può ancora farlo aumentando gli aiuti, domani o dopodomani, non é troppo tardi".

Guarda un medley dal concerto di ieri sera

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017