Excite

Un miliardo di mp3 illegali scaricati al mese

"Liberiamo la musica in rete, eliminiamo i dispositivi antipirateria". Così annunciava ieri Steve Jobs.
Il dibattito è subito decollato con i fautori della campagna contro i sistemi digital rights management (Drm) a serrare le fila.
Stamattina la società di ricerca su Internet BigChampagne ha pubblicato un'inchiesta che fotografa la situazione della musica digitale online con un'instantanea al Peer to peer: le vendite di cd sono calate del 23% (dal 2000 al 2006); nel frattempo ogni mese un miliardo di brani musicali viene scambiato gratuitamente in Rete (contro i 2 miliardi di brani venduti da iTunes dal 2003 a oggi).

Il fenomeno del peer to peer illegale, dunque, prospera inarrestabile e gode di ottima salute, alla faccia delle azioni legali della Riaa (Associazione americana dei produttori discografici).

Un altro dato molto interessante è relativo alle piattaforme di file sharing che nell'ultimo anno sono cresciute del 7%, con il download illegale del 24%.
La ricerca evidenzia in maniera lampante quanto i sistemi anticopia risultino inefficaci, oltre a indispettire gli utenti.
C'è di più. E' notizia di ieri che la Riaa ha chiesto ufficialmente un forte aumento del costo dei cd: dice che dovrebbero costare il triplo per rientrare delle perdite.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017